Attualità

Lilt, bilancio della Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica

Le buone pratiche per stare bene e prevenire le malattie sono state illustrate dalla Lilt di Arezzo nel corso della Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica. La sezione provinciale dell’associazione ha archiviato la diciassettesima...

Lilt Arezzo - Ivan Cipriani Buffoni, Settimana Prevenzione

Le buone pratiche per stare bene e prevenire le malattie sono state illustrate dalla Lilt di Arezzo nel corso della Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica. La sezione provinciale dell'associazione ha archiviato la diciassettesima edizione di una campagna che, per nove giorni nel mese di marzo, ha visto i suoi volontari protagonisti di alcune iniziative di sensibilizzazione e di informazione rivolte alla cittadinanza. L'evento, istituito a livello nazionale, ha infatti rappresentato l'occasione per incontrare i cittadini e per stimolarli ad un corretto stile di vita che possa allontanare le minacce dei tumori, spiegando i rischi di una cattiva alimentazione, di una vita sedentaria e di vizi quali fumo e alcool.

Il dato maggiormente positivo è rappresentato dall'interesse dimostrato da tante persone che, nei due fine settimana della campagna, hanno dedicato qualche minuto del loro tempo per avere chiarimenti sulla prevenzione oncologica e per approfondire l'attività portata avanti dalla Lilt che, per l'occasione, ha registrato anche un forte incremento del numero dei suoi soci. In tanti, infatti, hanno scelto di investire in salute, sottoscrivendo la tessera dell'associazione con un gesto volto a fare del bene a sé stessi e agli altri: aderire all'associazione permette di sostenerne le campagne, i servizi e la ricerca sul cancro e, allo stesso tempo, di godere di una serie di controlli gratuiti o a tariffa agevolata nei vari ambiti sanitari con medici e strutture del territorio. Tutto questo risponde alla necessità di presentare ai cittadini l'importanza della prevenzione secondaria, cioè del sottoporsi con regolarità a visite diagnostiche e specialistiche per tenere sotto controllo il loro corpo, individuare in anticipo eventuali patologie e aumentare le possibilità di guarigione. La Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica ha rappresentato l'iniziativa che ha aperto un 2018 della Lilt che nei prossimi mesi proporrà anche la Giornata Antifumo di maggio e la Campagna Nastro Rosa di ottobre con le loro visite bronco-pneumologiche e senologiche gratuite. «La conoscenza è la prima forma di prevenzione - commenta il presidente provinciale Ivan Cipriani Buffoni. - Conoscere le buone abitudini per stare bene è il primo passo per attuarle nella vita di tutti i giorni. In questo senso, la Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica è stata dedicata proprio all'incontro con le persone e ha avuto come simbolo la distribuzione della bottiglia d'olio extra-vergine d'oliva. Questo prodotto è noto per le sue qualità protettive nei confronti di vari tipi di tumore e si trova sulle tavole di tutti, andando dunque a rappresentare una prevenzione che si costruisce già dalle piccole attenzioni quotidiane».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lilt, bilancio della Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica

ArezzoNotizie è in caricamento