Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Lettera a Babbo Natale dei pendolari del Valdarno: "Treni sulla direttissima anche per noi"

Quest'anno sono stati buoni, nonostante tutto quello che hanno passato e per questo hanno deciso di scrivere niente di meno a Babbo Natale per vedere esaudito il loro desiderio, quello di avere treni per la fascia dei pendolari sulla linea...

Quest'anno sono stati buoni, nonostante tutto quello che hanno passato e per questo hanno deciso di scrivere niente di meno a Babbo Natale per vedere esaudito il loro desiderio, quello di avere treni per la fascia dei pendolari sulla linea Direttissima.

Il Comitato Valdarno Direttissima ha preso carta e penna ed ha messo nero su bianco il racconto di quanto vissuto a bordo dei treni per i pendolari nell'arco del 2015: ritardi, inchini per far passare Frecce Rosse e Italo, vagoni infuocati per la mancanza di aria condizionata nei mesi più caldi, sporcizia, malfunzionamenti. I pendolari si dicono tristi per le promesse non rispettate, come quella del Governatore Rossi che aveva rassicurato che se non fossero cessati gli inchini la Regione non avrebbe firmato il nuovo contratto con Trenitalia. "Ci risulta - commentano i pendolari del Valdarno - che il nuovo contratto con Trenitalia verrà firmato a giorni dalla Regione, nonostante gli «inchini» non siano mai cessati e che addirittura nei giorni scorsi ce ne siano stati ben sette consecutivi, vero e proprio record".

La simpatica letteraa Babbo Natale si chiude così: "Fai il miracolo e convinci la Regione a conservarci i passaggi dei treni pendolari sulla Direttissima. Metti anche una parolina buona in un orecchio di Ceccarelli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettera a Babbo Natale dei pendolari del Valdarno: "Treni sulla direttissima anche per noi"

ArezzoNotizie è in caricamento