Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

L'esercito festante del Calcit invade #Arezzo. Torna il mercatino

Un vero e proprio esercito carico di energia e pronto a mettersi al lavoro per dare supporto alla ricerca e alla prevenzione medica. Eccoli qua i 1.500 ragazzi del Calcit. Domenica 14 maggio, come tradizione vuole, nell'area Eden ad Arezzo...

calcit-3

Un vero e proprio esercito carico di energia e pronto a mettersi al lavoro per dare supporto alla ricerca e alla prevenzione medica.

Eccoli qua i 1.500 ragazzi del Calcit. Domenica 14 maggio, come tradizione vuole, nell'area Eden ad Arezzo prenderà il via una nuova edizione del Mercatino dei Ragazzi pro Calcit.

Un'iniziativa che va avanti da decenni e che si rinnova ogni volta con un crescente entusiasmo e voglio di supportare una causa molto cara alla popolazione.

Quest'anno tra i protagonisti della nuova edizione ci sono anche gli studenti dell'istituto comprensivo Piero della Francesca, scuola scelta come partner dell'iniziativa proprio perché situata in una zona particolare della città. Qui nei mesi passati la cronaca locale è tornata a concentrare la propria attenzione sulla questione riguardante la presenza di amianto nelle coperture delle case popolari di via Malpighi quartiere dove sorge anche la scuola.

Si rinnova così l'appuntamento con la solidarietà. Il tanto atteso evento primaverile è ai nastri di partenza e quest'anno cercherà di superare, se non eguagliare, l'incasso raccolto nell'edizione passata che ammontava ad oltre 100mila euro.

"L'obiettivo di quest'anno - spiega il presidente Giancarlo Sassoli - è destinato all'acquisto di uno strumento per la chirurgia endoscopica che costa 121mila euro. Daremo un contributo davvero importante alla nostra sanità pubblica che potrà dotarsi di un apparecchio all'avanguardia".

In tutto saranno allestiti 500 banchi, con un coinvolgimento di ben 1.500 ragazzi. A supportare il lavoro della squadra del Calcit ci saranno come sempre anche i macellai di Asco e il gruppo cinghialai aretini con stand e corner interamente dedicati al cibo. "Abbiamo voluto scegliere di presentare l'edizione 2017 in questa scuola - spiega Giancarlo Sassoli - perché si trova a due passi dalle case popolari di via Malpighi, luogo balzato agli onori della cronaca per via della presenza di coperture di amianto. Una situazione che ovviamente porta a riflettere sulle tematiche strettamente collegate alla prevenzione di gravi malattie". Entusiasta anche il dirigente scolastico del Piero della Francesca, Ersilio Tersilio. "Noi ribadiamo l'adesione completa al progetto del Calcit - spiega - abbiamo già fatto nei mesi passati anche una forte campagna di sensibilizzazione nei confronti dei nostri ragazzi i quali hanno partecipato con molto interesse alle lezioni e agli incontri. Domenica anche noi saremo presenti con alcuni nostri studenti e faremo del nostro meglio in favore di questa causa".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'esercito festante del Calcit invade #Arezzo. Torna il mercatino

ArezzoNotizie è in caricamento