Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Scuole, strade e sicurezza: 2,1 milioni di euro per i Comuni della provincia. Esclusi Arezzo, Montevarchi e Cortona

In totale sono 2.140.000 gli euro che saranno assegnati alle diverse amministrazioni locali dal governo attraverso la legge di bilancio 2019. 

Sono soltanto tre i comuni della provincia di Arezzo che non beneficeranno dei contributi ministeriali per opere di messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.

Arezzo, Montevarchi e Cortona sono gli unici capoluoghi che non vedranno neanche un euro.
Le ragioni? E' presto detto, la popolazione residente è superiore ai 20mila abitanti.
In totale sono 2.140.000 gli euro che saranno assegnati alle diverse amministrazioni locali dal governo attraverso la legge di bilancio 2019. 

L’Anci ha, recentemente, predisposto una nota di lettura sulle norme della legge di bilancio 2019 di interesse degli enti locali ed, nel dettaglio, i commi da 107 a 114 disciplinano l’assegnazione di contributi da parte del Ministero dell’Interno ai Comuni, per 400 milioni di euro.

L’assegnazione riguarda indistintamente tutti i Comuni fino a 20mila abitanti sulla base delle seguenti misure, predeterminate per fascia demografica: fino a 2mila abitanti, 40.000 euro; tra 2mila e 5mila abitanti, 50.000 euro; tra 5.000 e 10.000 abitanti, 70.000 euro; tra 10.000 e 20.000 abitanti, 100.000 euro.

Per quello che concerne la provincia di Arezzo le assegnazioni sono state così previste.
Bibbiena, Bucine, Castiglion Fiorentino, San Giovanni Valdarno, Sansepolcro e Terranuova Bracciolini riceveranno 100mila euro ciascuno.
Capolona, Poppi, Pratovecchio Stia, Subbiano, Anghiari, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Civitella in Valdichiana, Foiano della Chiana, Pergine Valdarno Laterina, Loro Ciuffenna e Monte San Savino riceveranno 70mila euro ciascuno.
Castel Focognano, Castel San Niccolò, Castiglion Fibocchi, Chiusi della Verna, Lucignano, Marciano della Chiana e Pieve Santo Stefano 50mila euro ciascuno.
Badia Tedalda, Caprese Michelangelo, Chitignano, Montemignaio, Monterchi, Ortignano, Sestino e Talla invece vedranno arrivare 40mila euro ciascuno. 

Gli investimenti oggetto del contributo devono riguardare opere di messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, non interamente finanziate da altri soggetti ed aggiuntive rispetto a quanto previsto nella prima annualità del piano triennale delle opere pubbliche di cui all’art. 21 del d.lgs n. 50/2016 (comma 108). Il Comune è tenuto ad avviare i lavori entro il 15 maggio 2019. L’erogazione del contributo è prevista in due tranche: il 50% alla verifica dell’avvio dei lavori tramite il sistema di monitoraggio BDAP-MOP e il restante 50% a seguito di “trasmissione al Ministero dell'interno del certificato di collaudo o del certificato di regolare esecuzione rilasciato dal direttore dei lavori”.

Stabiliti anche i criteri di revoca chee assegnano ai ministeri dell’Interno e delle Infrastrutture poteri di controllo a campione, e sono stati disposti gli obblighi di comunicazione pubblica, da parte del Comune beneficiario, del contributo e delle opere ad esso correlate, sia nella sezione “Amministrazione trasparente” del proprio sito istituzionale, sia nei confronti del Consiglio comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, strade e sicurezza: 2,1 milioni di euro per i Comuni della provincia. Esclusi Arezzo, Montevarchi e Cortona

ArezzoNotizie è in caricamento