Attualità

Le stelle, il meteo e i 14 segni dello zodiaco. Lorenzo Sestini si racconta a Prisma

Non ha mai guardato il mondo da un oblò ma dalla lente del suo telescopio. Il cielo lo ha ammirato in tutte le sue evoluzioni e gli astri li ha inseguiti e controllati fedelmente controllandone i mutamenti e gli aspetti più originali. Lorenzo...

prisma-sestini-arezzometeo

Non ha mai guardato il mondo da un oblò ma dalla lente del suo telescopio.

Il cielo lo ha ammirato in tutte le sue evoluzioni e gli astri li ha inseguiti e controllati fedelmente controllandone i mutamenti e gli aspetti più originali. Lorenzo Sestini, presidente del Nuovo Gruppo Astrofili e responsabile del portale Arezzo Meteo, è stato il protagonista di Prisma - Sfaccettature di società, la trasmissione in diretta streaming sulla pagina Facebook di ArezzoNotizie curata da Enrica Cherici e Claudia Failli. "Ho iniziato a guardare le stelle da piccolo - spiega Lorenzo - con un mio amico d'infanzia un'estate avevamo intercettato delle frequenze con rumori e suoni strani. Eravamo convinti che si trattasse di segnali alieni e così abbiamo iniziato a guardare la cielo con la curiosità di scoprire cosa nascondesse l'universo. Questo è stato il primo contatto. Da quel giorno sono passati anni. Ma la mia passione è soltanto cresciuta". Oltre ad essere il presidente del Nuovo Gruppo Astrofili, Lorenzo Sestini è anche un esperto conoscitore di meteorologia. "Nel giardino di casa - racconta - ho la mia stazione meteo. Mia moglie condivide con me questa passione e quindi, fortunatamente, non ho avuto problemi di convivenza. Studiare le variazioni e gli agenti atmosferici, oltre che il loro impatto sulle varie zone è diventato nel tempo una "mania" sempre più coinvolgente e così abbiamo deciso di creare un gruppo di persone con la mia stessa attitudine. Ad oggi siamo diventati un punto di riferimento per il territorio e iniziamo ad imporci anche nella scena nazionale. Abbiamo ottenuto numerosi riconoscimenti e il plauso dei tanti che ci seguono". La parola d'ordine dunque è serietà, professionalità e precisione.

"Sì - spiega ancora Lorenzo - non crediamo che per parlare di meteo siano necessari termini fantasiosi come quelli che vengono utilizzati in certi casi per definire le ondate di caldo o le perturbazioni. Noi vogliamo e ci sforziamo con ogni mezzo di essere il più possibili precisi e affidabili".

Per quello che riguarda invece l'attività di astrologo, al momento il gruppo è alla ricerca di luogo dove installare in pianta stabile il planetario.

"Ci stiamo lavorando - continua - nei mesi passati abbiamo avuto l'occasione di fare lezione ed incontrare ben 10mila studenti dei vari istituti della provincia. Vorremmo fare questo in un luogo tutto nostro e mettendo a disposizione uno spazio dove spiegare le evoluzioni della volta celeste e crescere l'interesse di altri piccoli appassionati". E dal meteo all'astronomia ecco alcuni accenni anche di astrologia.

"Galileo Galilei è stato uno dei primi a fare l'oroscopo - racconta - un'attività utile per arrotondare visto che prendeva in giro tutti i suoi avventori. La corrispondenza mese costellazioni non è affatto affidabile e inoltre i segni zodiacali non sarebbero 12 ma bensì 14. Insomma, non consiglio di prendere l'oroscopo troppo seriamente perché non vi sono assolutamente correlazioni con la realtà e soprattutto con i pianeti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le stelle, il meteo e i 14 segni dello zodiaco. Lorenzo Sestini si racconta a Prisma

ArezzoNotizie è in caricamento