Le molte vocazioni dell’”Orto nella Rete” di Snam e Betadue

Un “Orto nella Rete”: da assaggiare ma anche da leggere. Snam: “un meccanismo virtuoso di condivisione del valore tra impresa e comunità locale e di stimolo alle attività economiche del territorio”. Betadue: “iniziativa per l’inserimento...

dallolio_negrini_rugiati_chienni_mecheri

Un “Orto nella Rete”: da assaggiare ma anche da leggere. Snam: “un meccanismo virtuoso di condivisione del valore tra impresa e comunità locale e di stimolo alle attività economiche del territorio”. Betadue: “iniziativa per l’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati e per portare sulle tavole delle mense scolastiche i prodotti del nostro territorio”. Il Comune di Terranuova: “un esempio dei buoni rapporti che si possono creare tra impresa, istituzione e comunità locale”. Ed infine sull’orto una lettura molto particolare, quella di uno degli chef italiani più noti e creativi, Simone Rugiati: “in futuro la bella auto sarà sostituita da un orto”.

Stamani nelle campagne di Cicogna, una frazione di Terranuova Bracciolini, la presentazione di “Un Orto nella Rete”. Sono intervenuti Davide Dall’Olio, responsabile Centrali Snam Rete Gas; Domenico Negrini, Responsabile sostenibilità Snam; Gabriele Mecheri, Presidente della cooperativa sociale Betadue e Sergio Chienni, Sindaco di Terranova Bracciolini. Con loro, per un cooking show all’aperto, Simone Rugiati, con una performance basata sui prodotti dell’orto Snam – Betadue. Ospiti i bambini di alcune classi delle scuole elementari di Terranuova. Sono state presentate anche le foto realizzate da Christian Sinibaldi, dell’agenzia Machas che sono “protagoniste” di una mostra a Milano, prima alla “Vigna di Leonardo” e poi, in formato multimediale, anche in Expo.

L’”Orto nella Rete” è dunque un progetto più che mai concreto. Circa 4 ettari di terreno che Snam ha messo a disposizione della cooperativa sociale Betadue che ha inserito alcuni soggetti svantaggiati. Tutto è ormai pronto per il primo raccolto: verdure e ortaggi sono destinati, in modo particolare, alle mense scolastiche della zona. Betadue ha anche organizzato un Gruppo di acquisto solidale.

Dettagli sul progetto

Il 1° maggio 2014 Snam ha siglato un protocollo d’intesa della durata di quattro anni con la Cooperativa Sociale di tipo B Onlus “Betadue”, attraverso il quale ha ceduto in comodato d’uso gratuito un terreno agricolo, di proprietà di Snam Rete Gas, per la coltivazione di ortaggi destinati al consumo nel territorio di produzione (“filiera corta” e prodotti a “chilometro zero”) e in particolare sulle tavole delle mense scolastiche degli asili del territorio del Valdarno. Il terreno ha un’estensione di quattro ettari, è confinante con l’impianto di compressione Snam Rete Gas di Terranuova Bracciolini – Frazione Cicogna (Arezzo), ma fisicamente separato, completamente recintato e dispone di un ingresso autonomo. Snam Rete Gas si è inoltre impegnata a fornire gratuitamente la fornitura annuale d’acqua per l’irrigazione e l’elettricità per il funzionamento dei macchinari.

I prodotti vengono coltivati dalla Cooperativa seguendo al meglio i criteri di agricoltura biologica, prevedendo il massimo utilizzo di concimazione naturale e senza utilizzo di agenti chimici non consentiti. Effettuato il raccolto, dopo ogni opportuno vaglio, conservazione, pulitura e trattamento a norma di legge, i prodotti vengono utilizzati per rifornire la catena alimentare degli asili del territorio del Valdarno, presso i quali la Cooperativa ha in gestione il servizio di refezione scolastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Sugar è il miglior negozio del pianeta: Arezzo sul tetto del mondo con Mosca e Tokyo

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Fermato su una Bmw con targa rumena: colpiva i turisti. Scoperto con la "luce nera"

  • Sceicco accusa azienda aretina: "Io truffato per 6 milioni di euro"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento