Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spolverata al Petrarca, camerini per il Bicchieraia e restyling al Mecenate: 350mila euro per i teatri di Arezzo

La giunta comunale di Arezzo ha approvato i progetti di fattibilità economica riguardanti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria presso le strutture

Si tratta di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.
E tutti sono stati approvati, almeno per quello che riguarda la fattibilità economica, direttamente dalla giunta del comune di Arezzo.

Con un importo complessivo di 357mila euro, l'amministrazione ha dato il parere favorevole per la realizzazione di opere di miglioria e riqualificazione di tutti i teatri cittadini (quelli ovviamente di proprietà comunale) e Palazzo Bocciardi, attuale sede della Fondazione Cultura Guido d'Arezzo. 

Petrarca, Mecenate, Pietro Aretino e teatro tenda. Queste le strutture che saranno oggetto di lavori come, ad esempio la revisione degli impianti di condizionamento, sostituzione delle poltrone, verifiche al riscaldamento e realizzazione di nuovi camerini

Tutti gli immobili oggetto di revisione sono stati affidati in comodato d'uso gratuito dal comune alla fondazione Guido d'Arezzo che, a sua volta, ha il compito di gestirnli spazi in autonomia fatta eccezione, appunto, per tutte le necessità di carattere manutentivo ordinario e straordinario.

Palazzo Bocciardi 

palazzo-bocciardi-2Palazzo Bocciardi si trova lungo Corso Italia e al suo interno si trovano elementi architettonici, frutto di una lunga sedimentazione di interventi di ristrutturazione. Oggi il palazzo è uno spazio polifunzionale che si offre come percorso, luogo di sosta e occasione di scambio culturale. Un giardino interno, si presenta e come un piccolo teatro, dalla platea aperta. Sede della Fondazione Guido d’Arezzo, ospita il Polifonico raccogliendo i fermenti culturali legati alla musica, arte in cui la città emerge nel panorama internazionale.

L'intevento per cui è stato il nulla osta ammonta a 114mila euro e prevede: revisione del sistema distributivo generale, revisione degli scarichi dei bagni, revisione impianto di riscaldamento e della caldaia, impianto di raffrescamento, impianto di illuminazione, controsoffittatura.

Teatro Petrarca

teatro-petrarca (17)La nascita, nel 1828, si deve ad una Società Anonima composta da cittadini aretini, che successivamente prese il nome di Accademia Teatrale Petrarca. L’incarico del progetto fu affidato all’ingegnere Vittorio Bellini e nel 1830 ebbero inizio i lavori di costruzione. Il Teatro fu inaugurato tre anni dopo, il 21 aprile 1833, con la rappresentazione di Anna Bolena musicata da Donizetti e con un ballo in cinque atti intitolato Alessandro da Palermo.
Per lunghissimo tempo il teatro Petrarca è rimasto chiuso per interventi di restauro che sono terminati nel 2015. Nel dicembre dello stesso anno è stato nuovamente aperto al pubblico.

L'intervento previsto ammonta a 14mila euro e prevede: sostituzione sistema di rilevazione fumi sulla graticcia con sistemi a calore e non volumetrici, chiusura dell'aeratore centrale e spostamento del sensore antifumo in altrqa collocazione, manutenzione graticcia con sostituzione di alcuni elementi lignei deteriorati.

Teatro Tenda

teatro-tenda5La struttura, situata nella parte nord della città, è una delle più discusse di tutto il panorama locale per la sua difficoltà di utilizzo e la scarsità di eventi che nel tempo ha ospitato. Realizzato dalla giunta Fanfani, l'edificio è stato inaugurato nel maggio 2011. Dispone di 820 posti, di cui 160 in platea ed ha una superficie di mille metri quadrati. L'opera è stata realizzata con un investimento di circa un milione di euro messi a disposizione dai fratelli Mazzi quale perequazione per il Politeama. Un sistema adottato dal Comune perché consente di avere vantaggi, esclusivamente, per la città e per i suoi abitanti. L'area spettacoli è costituita da una tensostruttura del diametro di 36 metri coperta da un telo di forte spessore. Al suo interno verranno collocati il palco, una gradinata a corona semicircolare in grado di accogliere 660 spettatori e una platea con 160 sedie in plastica ignifuga collegate tra loro per esigenze di sicurezza per un totale di 820 posti.

L'intervento approvato dall'amministrazione comunale ammonta a 63mila euro e prevede: revisione del sistema di copertura, dell'impianto di riscaldamento e della caldaia, impianto di diffusione, teli di controsoffittatura.

Teatro Pietro Aretino

teatro_della_bicchieraia_2-560x259-2Ubicato nel centro storico di Arezzo, il Pietro Aretino (già Teatro Bicchieraia) sorge all’interno di un antico convento annesso alla chiesa di San Pier Piccolo. Nel corso degli anni ha ospitato manifestazioni nazionali di poesia e compagnie vernacolari e sperimentali. Chiuso nel 1991 per inagibilità riaprì nel 2000 dopo i lavori di ristrutturazione eseguiti dallo studio Atelier Mendini di Milano. Nel 2007 la giunta comunale deliberò di intestare il teatro al celebre personaggio di Pietro Aretino. Oggi, la cui immagine interna è caratterizzata dalla pittura di Roberto Remi che armonicamente ne ricopre il cielo, ospita varie rassegne teatrali, musicali e cinematografiche ed ha una capienza di 129 posti.

L'intervento approvato ammonta a 25mila euro e consistente in: camerini, opere edili e arredi – rivestimenti bagni dei camerini – impianto di diffusione – ripulitura degli ambienti esterni ed interni.

Teatro Mecenate

Teatro-Mecenate1Il Teatro Mecenate nasce nel 2011 dalla ristrutturazione dell’auditorium dell’istituto comprensivo Francesco Severi di Arezzo. I lavori di adeguamento hanno portato l’auditorium ad essere un vero e proprio spazio teatrale, con l’adeguamento dei camerini, del palcoscenico – ingrandito fino alle attuali misure di 10 metri di apertura per 6,50 metri di profondità; la sistemazione degli impianti elettrici, la messa in opera delle americane e della graticcia, il quintaggio e la sistemazione della sicurezza. Il teatro si propone, con i suoi 300 posti, per la realizzazione di stagioni teatrali, musicali e di danza di grande livello.

L'intervento approvato ammonda a 115mila euro: riparazione poltrone; camerini, opere edili e arredi; integragrazione impianto di riscaldamento con sistema di raffrescamento.

Si parla di

Video popolari

Spolverata al Petrarca, camerini per il Bicchieraia e restyling al Mecenate: 350mila euro per i teatri di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento