Ripresi i lavori allo stadio comunale “Emanuele Faralli”

Mercoledì pomeriggio il sopralluogo alla struttura sportiva che ha dato il via per l’apertura del cantiere ad opera di una ditta locale

Dopo lo stop dovuto alla pandemia da Coronavirus, ripartono i lavori allo stadio comunale “E. Faralli”. Mercoledì pomeriggio il sopralluogo alla struttura sportiva che ha dato il via per l’apertura del cantiere ad opera di una ditta locale. In questa fase, dopo la demolizione del secondo anello delle vecchie tribune, è prevista la ricostruzione del solaio in laterocemento per la copertura dei locali esistenti al piano terra destinati a spogliatoio (che costituirà il solaio di calpestio dei nuovi volumi a piano primo oggetto del secondo stralcio), la realizzazione di nuove pareti  perimetrali, dei relativi travi di fondazione e di nuove travi in corrispondenza delle pareti in muratura interne del piano terra oltre che al rifacimento di una parte dell'impianto termico, del nuovo parapetto in muratura e della nuova ringhiera metallica presso la scala principale di accesso alle gradinata. Al termine dei lavori del primo stralcio pari della durata di 60 giorni e del valore di  circa 140mila euro seguirà la nuova costruzione in elevazione che avrà pianta rettangolare di dimensioni pari a circa 8.40 x 24.10 metri e sarà realizzata con struttura portante in "X-Lam" e travi in legno lamellare e permetterà al copertura parziale della tribuna oltre che la realizzazione della nuova sede direzionale e dell’annesso locale adibito a bar.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Oltre all'importanza di quest’opera per il nostro territorio e per le nostre associazioni sportive la ripresa dei lavori ha un duplice aspetto: quello emotivo, ossia riprendere la quotidianità dopo l’emergenza dovuta al Covid-19, e quello economico, con l’inizio degli investimenti nelle infrastrutture e nelle opere pubbliche da parte degli enti pubblici. Serve un grande sostegno che deve essenzialmente partire dal Governo con misure ad hoc per le imprese partendo, anche dalla semplificazione della burocrazia e dall’accelerazione dei processi” dichiara il vice sindaco con delega ai lavori pubblici, Devis Milighetti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

  • Comunali 2020: liste, candidati, sezioni e voti: tutte le preferenze espresse

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento