Attualità

Lavori pubblici. Tangenziale, giardini del Porcinai e videosorveglianza per il Pionta, i cantieri del 2018

La gestione delle criticità, gli asfalti da rifare, le opere di riqualificazione in via Petrarca. Ma anche la ciclabile del Pionta e gli interventi realizzati nelle frazioni del Comune di Arezzo. E’ tempo di bilancio per l’assessorato alle opere...

gianfrancesco-gamurrini-viapetrarca

La gestione delle criticità, gli asfalti da rifare, le opere di riqualificazione in via Petrarca.

Ma anche la ciclabile del Pionta e gli interventi realizzati nelle frazioni del Comune di Arezzo.

E' tempo di bilancio per l'assessorato alle opere pubbliche cittadino e, sul finire del 2017, ecco che è direttamente il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini ad enumerare quanto fatto e quanto invece resta da terminare.

Tra le progettualità più stringenti ci sono quelle riguardanti il bando delle aree degradate. All'interno di questo capitolo, che comprende 17 milioni di euro, saranno inseriti interventi nelle zone limitrofe al centro e altre porzioni particolarmente critiche della città.

"I risultati si vedranno presto - commenta il vicesindaco Gamurrini - A mio avviso si vedono di già ma nei prossimi mesi li vedremo ancora di più. Il 18 dicembre scorso il sindaco ha firmato la convenzione con la quale arriveranno alle casse della nostra città i denari del bando sulle periferie degradate. 17 milioni di euro che saranno investiti in aree specifiche della nostra città. Con il raggiungimento di questo traguardo, da metà anno cominceremo a vedere i veri cantieri che caratterizzeranno l'operato di questa amministrazione. Ne voglio citare cinque (non tutti facenti parte di finanziamenti ottenuti con il bando aree degradate): l'anello della tangenziale che collegherà viale Santa Margherita con via Buonconte da Montefeltro, il raddoppio del sottopassaggio in via Baldaccio d'Anghiari, rifacimenti di piazza della Repubblica, intersezione di via Fiorentina e i giardini di viale Michelangelo. Molte di queste opere le inizieremo e le porteremo a compimento altre invece vedranno il cantiere proseguire oltre i termini di scadenza del nostro mandato amministrativo. Sono obiettivi che ci eravamo prefissati nel nostro programma elettorale e vogliamo dare seguito a questo intento".

Tra le aree sicuramente bisognose di interventi c'è anche quella del Colle del Pionta. Polmone verde della città scenario di episodi di micro criminalità e di degrado sociale. Quali sono gli interventi in calendario?

"Il Colle del Pionta ha già beneficiato di numerose risorse per quanto concerne interventi sul verde pubblico, realizzazione della ciclopista, illuminazione e manutenzione ordinaria. A breve verranno investi 480mila euro (somma ottenuta con il supporto dell'università e della Asl) per interventi riguardanti la videosorveglianza e l'illuminazione. A questi si aggiungeranno anche fondi del bando. Continueremo a fare di tutto affinché gli aretini possano frequentare questa porzione della città in tutta sicurezza. C'è da dire che rispetto ad alcuni mesi fa la zona sta meglio e le forze dell'ordine hanno dato un grande contributo in questo senso".

Per quello che riguarda piazza della Repubblica?

"Il suo recupero era inserito all'interno di una bando regionale che però non ha avuto riscontro. Abbiamo però deciso che la realizzazione di questa opera fosse un impegno da portare a compimento così, insieme alle Ferrovie, abbiamo pianificato una seconda strada prevedendo una compartecipazione alle spese di recupero.

Si tratta di un'opera da 1 milione e 300mila euro parte di essi saranno finanziati dalle ferrovie".

E Saione?

"Il quartiere è oggetto di attenzione per quelli che saranno i progetti inseriti nel bando delle aree degradate - commenta - Ci sono interventi mirati nel parco di via Arno, alla scuola di via Masaccio e altre zone limitrofe. Come Saione grazie ai fondi che stanno per arrivare avremo modo di intervenire anche a Pescaiola e a San Donato".

Per quello che riguarda l'edilizia scolastica?

"Nel 2017 abbiamo investito un milione di euro per il rifacimento e messa in sicurezza delle scuole. Abbiamo intenzione di rinnovare questo impegno anche per il 2018. Metteremo a disposizione, all'incirca, la stessa cifra. Crediamo che la sicurezza dei nostri studenti sia una priorità sulla quale non si può soprassedere e per questo anche durante le vacanze natalizie il nostro personale sarà al lavoro in alcuni plessi".

Ultima curiosità. Tra i suoi assessorati c'è anche quello alla Giostra del Saracino. Ma la consegna della Lancia d'Oro? Sarà sempre fatta sul balcone?

"Sì. Continueremo così. Almeno per il momento non ci sono altre scelte. Capisco che il popolo della Giostra apprezzi di più una consegna sulla lizza ma per il momento non abbiamo in cantiere nessuna modifica".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori pubblici. Tangenziale, giardini del Porcinai e videosorveglianza per il Pionta, i cantieri del 2018

ArezzoNotizie è in caricamento