menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corsi d'acqua e torrenti: lavori al termine a Terranuova Bracciolini

Quasi al termine la manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua che attraversano il territorio comunale. Tanti i tratti su cui il Consorzio 2 Alto Valdarno ha effettuato gli interventi

L’operazione di messa in forma dei corsi d’acqua è partita a fine estate da un’opera strategica per la difesa idraulica del territorio del comune di Terranuova Bracciolini: la cassa di espansione a presidio del capoluogo realizzata in località Podere Steccato che il Consorzio 2 Alto Valdarno sottopone a manutenzione con cadenza annuale. Operai e macchine si sono poi spostati sul Ciuffenna dove è stato passato in rassegna il tratto urbano del torrente fino all’immissione in Arno. Quindi è stata la volta dei tratti a cielo aperto dei due corsi d’acqua che attraversano la cittadina in zona Paperina e successivamente del Borro di Riofi delle Cave.

In questo momento cantieri aperti sul Borro della Renacciola al confine con il Comune di San Giovanni Valdarno, sul Borro delle Ville in prossimità della frazione omonima e su alcuni tratti dei suoi affluenti, il Borro Farnibona e il Borro di Cavalosso. Ultimo tassello del mosaico delle attività  targato 2020 è composto dal programma di interventi da realizzare sul Borro del Tasso, del Torrente Ascione e di un suo affluente   prima dello scoccare del 2021.

Una bella fetta dei 150 km di corsi d’acqua valdarnesi sottoposti nel 2020 a  sfalcio della vegetazione, taglio selettivo delle alberature, manutenzione idraulica e rimozione dei sedimenti, ha interessato insomma le aste fluviali terranuovesi. Mentre l’attività in corso, è già pronto sulla carta ed è in attesa dell’ok della Regione Toscana il piano d’azione per i prossimi dodici mesi. 

Il Consorzio ha stabilito gli interventi da inserire nel piano delle attività 2021 in stretta sinergia con l’amministrazione comunale: sono state valutate con attenzione, in ogni area, caratteristiche, criticità e segnalazioni, prima di stabilire e condividere le priorità di intervento. Un lavoro utilissimo che ci consente di mettere a punto strategie mirate a mitigare il rischio di allagamenti e alluvioni”, spiega la presidente del Consorzio 2 Alto Valdarno Serena Stefani.

La mission del Consorzio è di garantire il buon regime delle acque attraverso la manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua, programmata annualmente con il piano delle attività di bonifica”, aggiunge l’ingegner Beatrice Lanusini, referente di area del settore difesa idrogeologica del Consorzio che chiarisce: “I criteri per definire le priorità e le frequenze di intervento   sono dettati dalla normativa di settore e dalle prescrizioni della Regione Toscana". 

"Grazie al prezioso lavoro del Consorzio - ha detto il vicesindaco di Terranuova, Mauro Di Ponte - sono stati eseguiti lavori importanti per la cura e la salvaguardia dei corsi d'acqua che attraversano Terranuova. La messa in sicurezza, infatti, rappresenta un elemento strategico nella gestione del territorio e l'amministrazione di anno in anno programma le azioni da porre in essere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento