menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nove anni dopo il disastro iniziano i lavori alla diga di Montedoglio

Consegnato il cantiere allo sbarramento sul fiume Tevere nel comune di Anghiari, in località Motina. L'opera di ripristino sarà realizzata dalla ditta ternana Krea Costruzioni

Iniziano i lavori di ripristino alla diga di Montedoglio a nove anni dal disastro che sconvolse l'alta valle del Tevere. Stamani alle 11 il cantiere è stato consegnato nelle mani della ditta appaltatrice. Al termine dei lavori la capacità di invaso utile verrà riportata a 135 milioni di metri cubi, corrispondente a livello inferiore di circa 1 metro rispetto a quella originario, per motivi legati alla sicurezza sismica della struttura.

La tremenda notte del crollo

Era la fine del 2010 quando parte della diga crollò. Nel corso della notte del 29 dicembre, infatti, tre conci dell'argine si sbriciolarono. I campi della Valtiberina si inondarono, recando grandi danni nella zona. Ma per fortuna non ci furono conseguenze per le persone.

A seguito del processo (per disastro colposo) conclusosi nell'estate 2018, non risultano esserci però responsabili per il crollo e i conseguenti allagamenti.

Un disastro e zero colpevoli: tutti assolti nel processo Montedoglio

Una volta terminato l'iter giudiziario, è stato possibile dissequestrare l'intera area del crollo e procedere così con la gara d'appalto per il ripristino dei conci.

Dopo otto anni è stato dissequestrata la diga di Montedoglio 

Il cantiere affidato a una ditta ternana

Lo scorso settembre è avvenuta l'aggiudicazione dei lavori (bando da sei milioni e mezzo di euro) per gli interventi di ripristino dello sfioratore e finalmente, oggi, mercoledì 23 ottobre, il cantiere per l'inizio dei lavori è stato ufficalmente consegnato alla ditta ternana Krea Costruzioni.

L'aggiudicazione dei lavori a inizio settembre

La consegna è avvenuta allo sbarramento sul fiume Tevere, nel comune di Anghiari, in località Motina.

Presenti gli assessori regionali all'agricoltura della Toscana, Marco Remaschi, e dell'Umbria, Fernanda Cecchini, e il presidente di Ente Acque Umbre-Toscane Domenico Caprini.

I commenti

"Una giornata di festa quella di oggi - sottolinea Remaschi -  con i lavori che finalmente possono iniziare dopo un periodo davvero molto lungo di attività giudiziaria, andato avanti per otto anni.  La consegna del cantiere è dimostrazione che quando si lavora in sinergia si riesce a trovare le risorse finanziarie, a sviluppare buona progettualità e a dare risposte ai territori".

"Montedoglio è la diga più grande dell'Italia centrale – continua l'assessore - e può offrire importanti opportunità sia per lo sviluppo dell'agricoltura di qualità da parte della Toscana e dell'Umbria, con la quale condividiamo la gestione dell'invaso, sia per l'aspetto idropotabile, dal momento che la qualità dell'acqua è molto elevata. Anche i tempi di lavoro sono molto stretti, perché il capitolato prevede non più di 11 mesi per il completamento dell'opera. Quindi opportunità per il territorio e sicurezza per i cittadini che ci vivono".

"Questo invaso – conclude Remaschi - ha grandissime potenzialità, trovandosi in un'area molto pregiata dal punto di vista ambientale: sono certo che troveremo presto un'intesa con i comuni anche per uno sviluppo turistico, in termini di ricettività, di attività ricreative e sportive, prima fra tutte la pesca. Un tassello in più che concorre ad aumentare le capacità di attrazione di questo territorio".

La storia della diga di Montedoglio

La diga di Montedoglio sul fiume Tevere, collocata a cavallo dei comuni aretini di Pieve Santo Stefano, Sansepolcro ed Anghiari, è stata costruita per garantire un approvvigionamento costante di acqua irrigua per incrementare le produzioni agricole e limitare gli effetti delle siccità estive nei bacini superiori del Tevere e dell'Arno ricadenti nelle provincie di Arezzo, Perugia, Siena. I lavori si sono svolti dalla fine degli anni ‘70 fino al 1993.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Finita la relazione, l'anello con diamante va restituito?

  • Casentino

    Gelo primaverile: falò accesi per salvare i vigneti

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento