rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità Saione / Via Romana

Lavori in via Romana: 3 maxi idrovore potranno pompare un fiume d'acqua nel Vingone

I dettagli dell'intervento anti bomba d'acqua: da giugno i lavori del primo lotto, con un nuovo reticolo fognario. La consegna è prevista per fine 2023

Come annunciato un mese fa, stanno per iniziare i lavori anti bomba d'acqua in via Romana ad Arezzo: è infatti concluso l’iter per l’affidamento delle opere di adeguamento del sistema fognario. Entro giugno dovrebbe infatti partire il cantiere del primo lotto. I lavori per il secondo lotto scatteranno invece ad ottobre. L'appalto è stato vinto da una ditta di Torre del Greco. La consegna, salvo intoppi, è prevista entro un anno e mezzo, per la fine del 2023. Un intervento sostanzioso, che dovrebbe porre rimedio al problema allagamenti che, in particolare dall'alluvione del luglio 2019, tiene costantamente in ansia i residenti. E per farlo Comune di Arezzo e Nuove Acque hanno predisposto l'acquisto e il posizionamento di tre maxi idrovore che, in caso di emergenza dovrebbbero pompare il fiume d'acqua convogliato dalle caditoie dentro il torrente Vingone.

lotto-1-1-2
Nel circoletto le tre idrovore

I dettagli degli interventi

L’area d'intervento è quella compresa tra via Romana, fosso Sellina, linea ferroviaria Firenze-Roma e viale Fratelli Rosselli. Nuove Acque curerà tutta la parte progettuale e realizzativa delle opere. I lavori del primo lotto, con avvio previsto per giugno 2022, prevedono la realizzazione di un nuovo collettore principale in via Ippolito lungo oltre 500 metri e di 6 collettori secondari. Inoltre, verrà realizzato un impianto idrovoro con tre pompe da 30 kw in grado di sollevare 300 litri al secondo ciascuna, con attivazione in sequenza, fino a una portata massima di 900 litri al secondo.

lotto-1-2
Il dettaglio del lotto 1

I lavori del secondo lotto, con la gara d’appalto che verrà avviata a breve, riguarderanno invece la realizzazione di un collettore principale in via Romana lungo circa 460 metri. Sarà creato con tecnologia do-dig, ovvero senza scavo.

I costi dell'opera

L’importo degli interventi previsti è pari a circa 2 milioni 200 mila euro, con Nuove Acque che parteciperà al finanziamento con 800mila euro (35% del totale), mentre la parte restante verrà investita dall’amministrazione comunale. Grazie a questi lavori si eviterà il ripetersi di fenomeni di allagamento in occasione di eventi meteorici intensi.

lotto2-2
I lavori del secondo lotto

I commenti

“Si tratta di un intervento molto atteso – spiega Paolo Nannini presidente di Nuove Acque – che ci permetterà di fronteggiare le problematiche di allagamento a seguito di piogge pesanti. Si tratta di un investimento importante sia per noi che per l’amministrazione comunale, con i cittadini che potranno godere dei benefici derivanti dai lavori, una volta che questi saranno conclusi”.

“Siamo veramente felici – ha dichiarato Francesca Menabuoni amministratore delegato di Nuove Acque – per la conclusione delle procedure di gara e il prossimo avvio dei lavori. Ringraziamo l’amministrazione comunale di Arezzo per la fondamentale partecipazione a questo progetto, con il quale ribadiamo nuovamente il nostro impegno per il territorio e per i cittadini”.

L’assessore Marco Sacchetti conclude: “l’intervento, per il quale il Comune si assume un onere pari al 65% dell’investimento complessivo, riguarda l’adeguamento del sistema fognario a servizio dell’area di via Romana e consentirà di mitigare l’attuale situazione di rischio idraulico. Per eliminarlo definitivamente occorreranno ulteriori interventi sul reticolo idrografico secondario, già in fase di avanzata progettazione. La sinergia tra gli enti coinvolti nella gestione e nella sicurezza del territorio è il miglior metodo di amministrazione e buon governo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori in via Romana: 3 maxi idrovore potranno pompare un fiume d'acqua nel Vingone

ArezzoNotizie è in caricamento