rotate-mobile

Lampioni fotovoltaici, così Civitella presidia gli incroci più pericolosi

Dopo il primo 'test' a Pieve a Maiano ecco l'installazione sulle strade meno illuminate con l'obiettivo di rendere maggiormente sicuri soprattutto gli incroci

L'energia del sole da immagazzinare per poi illuminare nel corso della notte alcune strade e incroci lontani anche dal cuore delle frazioni. Il Comune di Civitella ha pensato all'energia fotovoltaica per rendere più sicure alcune strade, soprattutto quelle non raggiunte dall'illuminazione pubblica o non adeguatamente 'chiare' nelle ore notturne.

L'idea è nata andando a compiere un primo intervento all'interno della frazione di Pieve a Maiano e la risposta è stata decisamente positiva. Da quel momento l'amministrazione, come spiega Andrea Tavarnesi, ha pensato di andare ad utilizzare gli stessi modelli su altre strade scarsamente illuminate.

Si parla di

Video popolari

Lampioni fotovoltaici, così Civitella presidia gli incroci più pericolosi

ArezzoNotizie è in caricamento