Koinè, il progetto “Essere Neet senza volerlo” premiato a Roma

NEET, acronimo di Not in Education, Employment or Training. Cioè giovani che non studiano e non lavorano. Per loro la cooperativa sociale Koinè aveva messo a punto il progetto “Essere neet senza volerlo” che era risultato uno dei progetti...

agostino_peruzzi

NEET, acronimo di Not in Education, Employment or Training. Cioè giovani che non studiano e non lavorano. Per loro la cooperativa sociale Koinè aveva messo a punto il progetto “Essere neet senza volerlo” che era risultato uno dei progetti vincitori del Bando sperimentale finanziato dalla Regione Toscana, nell’ambito di GiovaniSi. E che si è già tradotto in realtà con uno sportello speciale aperto negli Informagiovani di Arezzo e Sansepolcro.

Adesso un nuovo riconoscimento: è tra i vincitori del concorso “Esperienze progettuali di contrasto al fenomeno Neet” promosso da WeWorld onlus con ‘La grande casa ScS onlus’ e la rivista ‘Animazione Sociale’, e con il patrocinio del Cnca e dell’Anci.

Appuntamento martedì 6 ottobre a Roma nello “Spazio Europa” del Parlamento Europeo con la presentazione della pubblicazione GHOST, indagine sui giovani che non studiano, non lavorano o non si formano: esperienze e politiche”. Pubblicazione che ha dedicato ampio spazio al progetto di Koinè, rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni.

Obiettivo del progetto – spiega Stefano Frasi, Responsabile innovazione di Koinè – è prima di tutto quello di far emergere il fenomeno dei NEET, sperimentando strategie che siano innovative e replicabili, E questo con lo sviluppo di nuove prassi da attuare con la collaborazione di soggetti, sia pubblici che privati. Anche in questo caso, nella fase di progettazione e sviluppo del progetto, abbiamo confermato la nostra strategia di portare sempre, quale valore aggiunto, il forte radicamento territoriale della cooperativa ”.

Partner e sostenitori del progetto sono infatti i Comuni di Arezzo, Sansepolcro e Anghiari, Provincia di Arezzo, Centro Territoriale per l’Impiego, CNA, Confesercenti, Confartigianato, Confcommercio, Confagricoltura, Coldiretti, Coob, Betadue, LaRua, CINPA, B.AND, Legacoop Toscana, ARCI, Fondazione Arezzo Wave Italia, ARCO (action Research Co-Development).

Il Coordinatore esecutivo del progetto, Agostino Peruzzi, spiega le attività: “il primo passo è la presa in carico dei NEET in modo tale da orientarli verso percorsi formali ed istituzionali per l’avvicinamento o il reinserimento nel mondo del lavoro. Informandoli anche sulle opportunità che la rete regionale di agenzie istituzionali mette a disposizione per il sostegno e l’orientamento in ambito lavorativo e formativo. Le attività vengono svolte all’interno degli Informagiovani di Arezzo e Sansepolcro, due Infopoint Giovanisì, capaci di veicolare i contenuti del progetto in un clima più informale ed attrattivo per questi giovani che vengono poi orientati e inseriti nei percorsi del Centro Impiego”.

Per Koinè e per la sua capacità di innovazione, si tratta del secondo riconoscimento internazionale in poche settimane. “Ai primi di settembre – ricorda Stefano Frasila nostra cooperativa è stata invitata a Vienna quale semifinalista del concorso per l'innovazione sociale della Commissione europea. E’ stata selezionata per il progetto “CommHome” che mira a sperimentare e diffondere formule di co-housing per anziani non autosufficienti autogestite dalle famiglie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento