Attualità Olmo-San Zeno

Young Signorino e poi. Il Karemaski chiama a raccolta i soci: "Non disperdiamo la buona energia"

"Sarà l'occasione per incontrare nel mondo reale tutti quelli che si sono schierati per sostenerci in quello virtuale"

L’associazione Karemaski convoca un direttivo aperto a tutti i soci per il prossimo mercoledì 16 gennaio, a partire dalle 21.

"Più che una riunione - fanno sapere dall'associazione - sarà un modo per incontrare nel mondo reale tutti coloro che si sono schierati in massa per sostenerci nel virtuale, mettendoci la faccia, esplicitando paure, riflessioni, idee e facendo ognuno le proprie considerazione sull’atmosfera e sul momento che stiamo vivendo".

Il riferimento è a quanto accaduto in seguito all'evento che ha visto come protagonista Young Signorino, il cantante trapper di Cesena.
Dalla polemica sui social fino allo schieramento di forze dell'ordine davanti al locale nel giorno stesso del concerto.

Un evento unico nel suo genere e che ancora oggi non tarda di destare gli animi e spaccare in due l'opinione pubblica aretina. Ed è proprio sulla scia di questi eventi che i soci e gestori del Karemaski invitano quanti più interessati possibile ad intervenire ad una serata di confronto.

"Da giorni, una parte della comunità aretina, difende a spada tratta principi, valori e modi di vedere il mondo più aperti, inclusivi e liberi - fanno sapere dal Karemaski - Questo fatto, questa comunità che si è stretta intorno a un’idea di associazionismo, ci ha molto impressionati. Loro, tutte queste persone, sono il Karemaski, sono il motivo per cui combattiamo da 11 anni e vogliamo capire attraverso i nostri soci, da dove ripartire, cosa c’è bisogno di fare e in quale direzione andare. Vogliamo che quest’enorme energia abbia un risvolto, che si concretizzi in qualcosa.

Un’energia scaturita da un momento di forte difficoltà, che non vogliamo assolutamente perdere nel vuoto. Perché è questo fare cultura. O per lo meno, per il Karemaski fare cultura, significa fare esattamente questo, qualcosa di più di un concerto, più di un’iniziativa, qualcosa che va molto al di là dell’attività sociali di un circolo.

La vera anima delle nostre attività è stimolare la discussione, darle una direzione, trasformarla in tante nuove idee, che poi diventeranno qualcos’altro di concreto e reale. Quindi incontriamoci. Stiamo insieme fuori dai social. E ricominciamo a scrivere la nostra storia, come vogliamo noi, senza che nessuno ci dica cosa possiamo e cosa non possiamo fare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Young Signorino e poi. Il Karemaski chiama a raccolta i soci: "Non disperdiamo la buona energia"

ArezzoNotizie è in caricamento