rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Its Energia e Ambiente e Polo Universitario Aretino: un binomio vincente che porta occupazione

Il corso Industria@Energia21 scelto da molti giovani che possono sfruttare una concreta opportunità di occupazione qualificata e che guarda al futuro

A 2 anni dall’apertura della nuova sede aretina della Fondazione ITS Energia e Ambiente, prosegue il percorso di collaborazione dell’Istituto con il tessuto produttivo della provincia e non solo, in un’ottica di sostegno e rilancio delle aziende nella transizione verso un modello economico orientato all’innovazione e alla digitalizzazione. Un percorso vincente che si consolida ad Arezzo e viene scelto da sempre più giovani che possono avere così una concreta opportunità di occupazione qualificata e che guarda al futuro.

La presidente della Provincia e del Polo Universitario Aretino, Silvia Chiassai Martini dichiara: “in meno di un anno, ed in piena pandemia Sars-Covid19, il Polo Universitario Aretino ha ascoltato le esigenze delle aziende leader del settore della meccatronica, in ambito di digitalizzazione, competenze informatiche, innovazione e sviluppo sostenibile; sulla base delle loro specifiche esigenze, il Polo Universitario Aretino, in sinergia con ITS Energia ed Ambiente ha sviluppato un corso altamente specializzato, che offre una formazione tecnica qualificata e professionalizzante, subito spendibile nel mondo del lavoro. Questa nuova importante opportunità, con l’attivazione del corso Industria@Energia21 ha consentito a diversi giovani della provincia aretina di formarsi ed intraprendere un percorso ritagliato sulle specifiche esigenze delle aziende del territorio che si concluderà con la collocazione immediata proprio presso quelle stesse aziende che, diversamente, non riuscirebbero a reperire sul mercato le competenze specifiche loro necessarie".

“Grazie alla partnership con il Polo Universitario – dichiara il presidente Francesco Macrì- Fondazione ITS Energia e Ambiente ha rafforzato la propria presenza nella provincia aretina, ottenendo un importante riscontro in termini di visibilità e adesione da parte delle famiglie del territorio, che hanno dimostrato di comprendere sempre più la validità di questa tipologia di percorsi alternativi all’università per il futuro professionale e l’occupabilità delle nuove generazioni.”

Una sinergia, quella tra i due enti, che ha dimostrato un valore strategico sia nell’ampliamento dell’offerta formativa per i giovani in uscita dalle scuole superiori ma anche per la competitività dei distretti produttivi locali. Grazie al coinvolgimento diretto delle più importanti imprese tecnologiche e manifatturiere della provincia di Arezzo, è stato progettato un percorso nato per rispondere fattivamente alla domanda di nuove professionalità, tuttora ancora poco reperibili sul mercato del lavoro locale.

“Se guardiamo alla ripartenza economica post pandemia e ai profondi cambiamenti che interesseranno il mondo del lavoro a breve nei prossimi anni, - prosegue Macrì - sarà fondamentale per la competitività del nostro sistema produttivo locale investire su competenze e risorse adeguate alla trasformazione tecnologica in atto. Alle imprese serviranno sempre più giovani preparati in uscita da percorsi formativi come quelli ITS, che nascono dall’ascolto diretto dei bisogni delle aziende e che garantiscono un inserimento lavorativo qualificato e immediato al termine del percorso.”

Ancora qualche posto disponibile per potersi iscrivere al corso ITS ad alta specializzazione tecnica e tecnologica Industria@Energia21, che ha preso avvio lo scorso ottobre. Primo e rilevante risultato della collaborazione tra Polo Universitario Aretino e Fondazione ITS Energia Ambiente nell’ambito della formazione post diploma, che quest’anno ha visto una significativa partecipazione da parte dei ragazzi della Provincia.

“La mission del Polo Universitario Aretino sarà, sempre più, quella di ascoltare le aziende per dare opportunità formative calibrate sulle loro esigenze; tutto ciò perché i giovani del territorio possano adeguatamente formarsi e riuscire ad entrare a lavorare nelle più grandi aziende della provincia aretina. Innescando questo circuito virtuoso possiamo riuscire a garantire posti sicuri ai nostri figli ed allo stesso garantire anche un futuro alle aziende che continuano ad investire sul territorio grazie a dipendenti formati in maniera innovativa ed all’avanguardia. Il Polo darà sempre maggiore attenzione alle imprese, nel presente ed anche nel prossimo futuro, attraverso la collaborazione con il mondo dell’ITS; tutto ciò – conclude Chiassai Martini - anche in linea con quanto dichiarato dallo stesso Ministro Bianchi, ed agli importanti investimenti destinati a questa nuova modalità di formazione, alternativa al percorso universitario.”

La Provincia di Arezzo, attraverso l’attività del Polo Universitario Aretino persegue l’obiettivo di diventare sempre più un punto di riferimento per l’offerta didattico-formativa riservata ai ragazzi della nostra provincia, sia a livello universitario che attraverso percorsi formativi post diploma. La Provincia di Arezzo è la prima che offre percorsi di alta formazione ritagliati sulle specifiche esigenze delle aziende del territorio, creando una reale e fattiva integrazione fra istruzione, formazione e lavoro. Un biennio formativo, quello che si apre, in cui l’innovazione tecnologica e la didattica laboratoriale si accompagnano alla pratica in aziende del settore, consentendo agli studenti un’esperienza diretta con il sistema delle imprese.

Con Industria@Energia21 verranno formati tecnici altamente qualificati sui temi dell’efficienza energetica, della sostenibilità e della digitalizzazione nel contesto industriale, in grado di accompagnare la transizione tecnologica delle attività produttive verso gli obiettivi sempre più centrali dell’industria 4.0.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Its Energia e Ambiente e Polo Universitario Aretino: un binomio vincente che porta occupazione

ArezzoNotizie è in caricamento