Istituti Masaccio e Marconi, verso un comprensivo da 1.800 studenti in Valdarno

A San Giovanni Valdarno si va verso un unico istituto comprensivo che mette insieme il Masaccio e il Marconi. Questo quanto scaturito da una mozione di Forza Italia in consiglio comunale, recepita dalla maggioranza e dal sindaco Viligiardi che...

palazzo_arnolfo-San Giovanni Valdarno

A San Giovanni Valdarno si va verso un unico istituto comprensivo che mette insieme il Masaccio e il Marconi. Questo quanto scaturito da una mozione di Forza Italia in consiglio comunale, recepita dalla maggioranza e dal sindaco Viligiardi che mette insieme i due comprensivi per crearne uno solo che toccherà la punta di 1.800 studenti circa, un numero molto alto, che non ha nemmeno la città di Arezzo.

E' una manovra di dimensionamento scolastico di cui si è parlato nell'ambito di un'assemblea sindacale giovedì scorso che ha visto i sindacati confrontarsi con il personale scolastico.

I genitori degli studenti non hanno accolto bene la notizia e si pongono in gran parte in dissenso con essa. Da parte del Movimento Cinque Stelle della zona è partito un volantinaggio informativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto sullo scottante argomento è fissata una conferenza zonale che si terrà il 9 ottobre a San Giovanni Valdarno alla presenza della Flc Cgil di Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento