Sicurezza stradale, interporto e decoro: un'assemblea pubblica per Indicatore

Il prossimo 30 maggio cittadini e amministratori si confronteranno all'interno del centro di aggregazione sociale

Una riunione pubblica per affrontare i temi quali il sottopasso ferroviario, interporto, toponomastica delle strade locali e sicurezza stradale.

Sono questi i temi che saranno al centro dell'assemblea popolare sui problemi della frazione di Indicatore organizzata direttamente dal centro di aggregazione sociale.

L'appuntamento è per il prossimo 30 maggio alle ore  21,15 nei locali dello stesso del cas. All'iniziativa sono invitati a partecipare tutti gli amministratori locali e i consiglieri comunali di Arezzo. In allegato vi inviamo copia del manifestino di convocazione dell'assemblea e copia del documento che riassume le principali problematiche del paese e sulle quali la cittadinanza si aspetta risposte.

Di seguito l'elenco preparato dagli organizzatori che riassume le problematiche della frazione che saranno affrontate durante la serata. 

Sottopasso ferroviario (ex passaggio a livello)

I problemi rilevati sono i seguenti:

  1. le scale di accesso al percorso pedonale sono attualmente transennate perché pericolose a causa della loro scivolosità dovuta alle infiltrazioni delle acque;
  2. il percorso ciclabile è spesso impraticabile a causa di periodici allagamenti;
  3. tutta l'area è sporca e assolutamente non manutenuta

Si chiede di sapere quali opere si intendono fare per eliminare le problematiche suddette al fine di rendere il sottopasso fruibile.

Se la competenza delle opere da fare è delle Ferrovie dello stato si chiede di conoscere quali iniziative è possibile prendere nei confronti delle stesse affinché provveda in merito senza ulteriori perdite di tempo.

Per le iniziative e le pressioni da esercitare nei confronti delle Ferrovie si auspica il più grande coinvolgimento possibile e si chiede un pronunciamento di tutte le Amministrazioni e di tutte le forze politiche in esse presenti sulla loro disponibilità ad agire in maniera sinergica perché la volontà dell'amministrazione comunale di restituire l'area alle FS, se non accompagnata da ulteriori iniziative di pressione, appare più come un'occasione per lavarsene le mani che come una scelta che possa costringere le stesse ad ottemperare a quanto dovuto.

Area ex Interporto

Tutta la popolazione di Indicatore esprime la propria soddisfazione per i recenti interventi che hanno portato al sequestro di parte dell'area e all'individuazione di almeno uno dei responsabili  che abbandonando i propri rifiuti hanno ridotto la zona ad una discarica.

Il problema però del degrado dell'area non è risolto: resta da definire e attuare un piano di ripulitura e di messa in sicurezza di tutta la zona con l'intento di fare in modo  che tale scempio possa ripetersi.

Comprendiamo le difficoltà che incontrano le amministrazioni pubbliche ad intervenire sulle aree private, ma crediamo che le stesse abbiano il compito di tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini intervenendo laddove questi pericoli si presentano e quindi, che le stesse, abbiano o possano trovare gli strumenti per costringere anche i privati a ripristinare le condizioni per un uso corretto del territorio.

Sull'area appare poi altrettanto importante che si sviluppi un confronto per capire quale possa essere la sua destinazione futura.

In questo senso facciamo appello a tutti i nostri interlocutori affinché si sviluppi un confronto di idee che individuino progetti anche semplici ed effettivamente realizzabili che portino rapidamente alla chiusura  di una ferita profondissima che questo paese ha dovuto sopportare.

Sicurezza sulla strada provinciale che attraversa il paese

Sulla necessità di intervenire con misure atte a garantire il rispetto delle norme del codice della strada da parte degli automobilisti che percorrono la strada che attraversa il paese abbiamo già avuto incontri all'indomani delle ultime elezioni amministrative con l'attuale giunta comunale. Nulla delle misure individuate e auspicate è stato realizzato. Il risultato è che ad ogni ora del giorno e della notte le auto continuano a sfrecciare a velocità pericolosa e che il semaforo spesso non viene rispettato. In questo tratto di strada si sono verificati diversi incidenti stradali con due morti e diversi feriti, l'ultimo dei quali pochi giorni fa, di particolare gravità. Si richiede l'adozione di misure atte a limitare la velocità delle auto attraverso dossi deceleranti o passaggi pedonali rialzati, segnali luminosi della velocità e più in generali controlli sui comportamenti degli utenti della strada

Si richiede infine una modifica ai flussi semaforici attuali atti a garantire la sicurezza dei pedoni prevedendo il rosso da tutte le direzioni quando gli stessi attivano il pulsante di richiesta del verde.

Toponomastica nel paese

Abbiamo più volte segnalato come l'attuale divisione del paese in zone, senza che le strade abbiano un nome, porta ad una serie di incresciose problematiche.

Non solo persone che non conoscono il paese hanno enormi difficoltà a trovare gli indirizzi di amici o conoscenti, ma anche coloro che sono deputati a prestare soccorso subiscono ritardi che possono mettere a rischio la vita delle persone che hanno richiesto il loro intervento.

Più di una volta è capitato di vedere ambulanze aggirarsi per il paese e raggiungere il luogo ove prestare soccorso solo grazie alla collaborazione della cittadinanza.

Si chiede quindi di ripensare a questo tipo di toponomastica e se non è possibile fin da subito attribuire un nome alle strade di Indicatore si scelgano soluzioni semplici e non eccessivamente onerose che possono alleviare il problema.

In tale senso si suggerisce di porre ai due accessi del paese due mappe dove le zone siano contraddistinte ed individuabili da colori diversi, inoltre, all'imbocco di ogni strada interna dovrebbe essere apposto un cartello dove sia riportata la scritta dei numeri civici delle abitazioni che si trovano in essa (es: Zona A dal n..... al n.....)     

Decoro e manutenzione

Problema annoso e mai risolto; è necessario affermare come tutto il territorio comunale abbia uguale importanza nelle politiche delle amministrazioni per le quali nessuno deve essere lasciato indietro.

Indicatore ha bisogno: di una maggior cura delle proprie aree verdi, di una maggior manutenzione del proprio parco giochi e di tutte le strade interne, dei propri marciapiedi e del proprio sistema di illuminazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli abitanti di Indicatore, come quelli di tutte le frazioni, capiscono come non possa essere fatto tutto e tutto insieme, ma non tollerano più che in alcune zone si intervenga più che in altre e sopratutto che si intervenga quasi esclusivamente in occasione delle scadenze elettorali. Suggeriamo di predisporre un grande piano di riqualificazione delle frazioni che indichi metodi e tempi degli interventi e che questi siano programmati e certi e non che derivino dal fatto che una frazione è capace di organizzare proteste più incisive di un'altra . 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • Covid, Asl: "Si semplifica la complicata vita del positivo e del contatto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento