Incendio all'asilo di Pratovecchio: bimbi trasferiti. Caleri: "Nessun danno ma dobbiamo pulire l'ambiente"

Un principio d'incendio si è sviluppato all'interno del nido “Alberto Fani” di Stia. L'evento è quello accaduto nella scorsa notte e, ieri mattina, i genitori dei bimbi iscritti si sono ritrovati davanti all'amara sorpresa. A quanto pare le...

Asilo Nido Alberto Fani

Un principio d'incendio si è sviluppato all'interno del nido “Alberto Fani” di Stia.

L'evento è quello accaduto nella scorsa notte e, ieri mattina, i genitori dei bimbi iscritti si sono ritrovati davanti all'amara sorpresa.

A quanto pare le fiamme sarebbero partite da una stufetta elettrica che, a causa di un corto circuito, si è incendiata propagandosi negli altri ambienti. I danni registrati sono stati davvero minimi anche se, per effettuare i controlli e le operazioni di bonifica dell'ambiente, è stata disposta dall'amministrazione comunale di Pratovecchio-Stia un'ordinanza di chiusura temporanea.

E i piccoli?

Per alcuni giorni presso la scuola materna “Fantoni Martelli” di Stia saranno accolti anche i piccoli alunni dell’asilo nido “Alberto Fani” di Pratovecchio.

“La struttura non ha subìto danni - spiega Nicolò Caleri, sindaco di Pratovecchio Stia - si tratta solo di ripulire l’ambiente e poi riprendere il normale funzionamento del nido”.

Al momento del fatto l’edificio era vuoto e dunque non c’è stata necessità di evacuare l’immobile e non ci sono stati momenti di tensione.

“Le famiglie – prosegue il sindaco – sono state avvisate nel pomeriggio di martedì della mia ordinanza di chiusura, prima dalla cooperativa che fornisce il servizio e poi dal Comune, e così tutti hanno saputo cosa dovevano fare da questa mattina. Ringrazio tutti – dalle famiglie dei piccoli alunni al personale della Koinè a quello del Comune, – per la comprensione e la prontezza degli interventi, che comunque richiederanno più o meno una settimana. Grazie anche alla scuola materna Fantoni Martelli per l’ospitalità prestata in questi giorni, con il lavoro di tutti è stato possibile non interrompere il servizio, fatta eccezione per i tre piccolissimi ospiti della sezione lattanti”.

Il principio d’incendio si è sviluppato per un calorifero acceso, al quale era rimasto appoggiato un golfino, che a sua volta ha propagato il fuco ad alcuni grembiulini. Fumo, fuliggine e detriti della combustione hanno annerito una parete, “Ma le verifiche sugli impianti hanno appurato che si sono verificati solo questi danni superficiali”, conclude Caleri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento