Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

"I netturbini dicono di non conoscere le strade". Pattume non ritirato da Ceciliano a Battifolle

Il consigliere Cornacchini: "Una settimana senza raccolta porta a porta". Raffica di segnalazioni a Sei Toscana

Cumuli di immondizia in strada, ovunque nella periferia di Arezzo dove è partita la raccolta differenziata con ritiro porta a porta. "E' una settimana che gli operatori non si vedono - si lamenta il consigliere comunale Mery Stella Cornacchini -, faccio segnalazioni quotidiane a Sei Toscana e all'ufficio ambiente del Comune di Arezzo". E oggi l'assessore Marco Sacchetti interviene con una nota durissima. Perché il servizio, in gestione a Sei Toscana, sarebbe stato supappaltato senza comunicazioni al Comune.

pattume2-2

Come amministrazione - spiega - desideriamo scusarci con i cittadini delle frazioni che in questi giorni stanno subendo disagi nel ritiro domiciliare dei rifiuti. Abbiamo appreso, oltretutto da fonti non ufficiali, che i servizi di ritiro sono stati subappaltati a cooperative, senza che del fatto fosse stato portato a conoscenza il Comune e senza alcun affiancamento nei confronti dei nuovi operatori. Ciò sta determinando gravi carenze nello svolgimento dei ritiri e pone forti preoccupazioni anche in tema di sicurezza sul lavoro, garanzia dei livelli occupazionali e legittimità del subappalto. Spiace che il Comune di Arezzo, fortemente impegnato nello sforzo di riorganizzazione dei servizi con un lavoro di progettazione congiunta con gestore ed Ato, non venga coinvolto nè quantomeno avvisato in merito ad iniziative unilaterali del gestore che comportano ripercussioni tanto importanti su territorio e comunità. Come amministrazione ci stiamo attivando nelle sedi opportune per ripristinare nel più breve tempo possibile ogni servizio a livelli di normalità e verificare la legittimità del subappalto. Nel frattempo desideriamo scusarci con i cittadini e ringraziarli per la comprensione e la disponibilità nell'affrontare i disagi.

In particolare, riferiscono i residenti arrabbiati, chi si è imbattuto nei nuovi operatori ecologici ha espresso le proprie lamentale. Questi, in risposta, hanno detto che, avendo ricevuto da poco l'incarico in subappalto, ancora non conoscevano bene le strade in cui muoversi.

La mappa del disagio

I problemi sono diffusissimi - conclude Mery Stella Cornacchini - le frazioni coinvolte sono Ceciliano, Case Nuove di Ceciliano, Ponte alla Chiassa, Giovi, Borgo a Giovi, Petrognano, San Giuliano, Chiani, Le Poggiola, Battifolle, parte di San Leo, Indicatore, Pratantico, Quarata, Campoluci, Patrignone.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I netturbini dicono di non conoscere le strade". Pattume non ritirato da Ceciliano a Battifolle

ArezzoNotizie è in caricamento