Imbottigliati tra piazza e via Guido Monaco. Gli autisti dei bus: "La soluzione c'è ma non ci hanno ascoltato"

Cantiere che inizia e disagio che spunta. L'ultimo in ordine cronologico è quello riportato dagli autisti Tiemme che, da qualche giorno, devono fare i conti con l'avvio dei lavori in via Petrarca. Per cinque, sei mesi circa, la via sarà a senso...

traffico-guido-monaco1

Cantiere che inizia e disagio che spunta.

L'ultimo in ordine cronologico è quello riportato dagli autisti Tiemme che, da qualche giorno, devono fare i conti con l'avvio dei lavori in via Petrarca.

Per cinque, sei mesi circa, la via sarà a senso unico di marcia per consentire lo svolgimento dei lavori di rifacimento dei marciapiedi. Un'opera necessaria e fortemente voluta dall'amministrazione che andrà a completare la riqualificazione degli assi ottocenteschi che da piazza Guido Monaco si diramano in quattro direzioni.

Ma con lo spuntare del cantiere il problema è diventato la gestione del traffico che non scorre più 'liscio' come una settimana fa. Ad essere maggiormente penalizzati sono stati gli autisti dei bus. "Prima dell'avvio del cantiere - fanno sapere i rappresentanti dei lavoratori Cisl, Cigl, Uil, Faisa e Ugl - avevamo presentato con l'azienda una proposta agli uffici comunali competenti per spostare alcune fermate da via Roma, via Crispi e piazza Guido Monaco in altre strade cittadine come ad esempio via Signorelli e viale Piero della Francesca. In questo modo avremmo evitato di entrare con i bus in piazza e finire per ingorgare ancora di più la circolazione. Si sarebbe trattato di una misura temporanea volta appunto all'agevolazione del cantiere e del traffico veicolare. Con il dovuto preavviso e con le dovute comunicazioni gli utenti avrebbero potuto usufruire dello stesso servizio senza però rimanere a bordo dei bus imbottigliati nel traffico di Guido Monaco". E la risposta quale è stata?

"Picche - proseguono dal sindacato - ci è stato detto di no e non ci è stata data alcuna spiegazione. Siamo rammaricati perché, essendo ogni giorno alla guida degli autobus, conosciamo benissimo il traffico aretino e come evitare di creare problemi agli utenti. Ci chiediamo cosa succederà quando a settembre torneranno gli studenti a scuola e quando via Spinello verrà chiusa alla circolazione nei giorni della Fiera del Mestolo".

Pronta la replica da parte dell'amministrazione comunale e del vice sindaco Gianfrancesco Gamurrini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il cantiere è partito da due giorni - spiega - sappiamo che alcuni disagi legati al traffico si sono già palesati. Soprattutto nelle ore di punta abbiamo riscontrato code e imbottigliamenti. Stiamo predisponendo delle modifiche ai tempi dell'impianto semaforico di via Guido Monaco in modo da favorire il flusso della circolazione e stiamo cercando delle alternative per modificare la circolazione veicolare. Siamo anche consapevoli che a settembre la situazione e i provvedimenti presi dovranno essere rivisti perché con la riapertura delle scuole il traffico si intensificherà ulteriormente. Da parte nostra c'è la massima disponibilità a rivedere soluzioni e cercare insieme alternative per limitare i disagi e accoglieremo ogni richiesta di incontro da parte dell'azienda di trasporti pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento