Il maresciallo Fasulo ha lasciato Sestino

Non è arrivato a ciel sereno, perché da tempo il maresciallo Guerino Fasulo, comandante della stazione carabinieri di Sestino, era stato destinato altrove, ma ha ugualmente destato molto rammarico l’annuncio ufficiale della sua partenza per...

carabinieri

Non è arrivato a ciel sereno, perché da tempo il maresciallo Guerino Fasulo, comandante della stazione carabinieri di Sestino, era stato destinato altrove, ma ha ugualmente destato molto rammarico l’annuncio ufficiale della sua partenza per Piombino.

Così l’amministrazione comunale ha voluto dargli un saluto caloroso, convocando il consiglio comunale. A nome di tutta la popolazione, e come ricordo di stima e di riconoscenza, è stata consegnata una targa dal sindaco Marco Renzi. Nel saluto ufficiale, il sindaco ha ricordato il lavoro svolto a Sestino nei sei anni della sua permanenza.

Il maresciallo Fasulo, infatti, ha dimostrato grande professionalità e soprattutto ha capito i bisogni delle piccole comunità, instaurando un grande rapporto di fiducia e di collaborazione con la popolazione. Anche per questo ha difeso, ad esempio, la permanenza in montagna dei presidi dell’Arma, delle piccole Stazioni come indici di presenza dello Stato e di sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Nella sua permanenza a Sestino, si è verificato un trend positivo della microcriminalità e Sestino ha vissuto una impensata tranquillità.

Ciononostante si sono verificati importanti fatti, che hanno visto attivo e presente il maresciallo: dal rew-party a Monterone con echi internazionali per la droga, all’efferato omicidio del giovane Ismaele nella vicina Sant’Angelo in Vado; dal “caso Guerrina” fino al recentissimo problema del metanodotto esploso nella zona di Ponte Presale.

Il saluto non è di circostanza - sottolinea il sindaco Renzi - ma è, insieme ad un doveroso atto di stima e di ringraziamento a nome di tutta la popolazione di Sestino - il segno di un grande apprezzamento per il lavoro svolto e per il senso di umanità che ha saputo trasfondere nella sua attività quotidiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • LIVE | Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni Arezzo, affluenza ore 23: alle comunali è del 47,26%. Regionali e referendum: i dati comune per comune

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento