Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Il 31 maggio chiude anche il centro di accoglienza minori di via Verdi. Dopo 30 anni Famiglia Insieme saluta

Il 31 maggio prossimo, dopo 30 anni di cura e dedizione, l’associazione di volontariato “Famiglia Insieme” lascia il servizio di conduzione del Centro di Accoglienza Minori di Via Verdi, ad Arezzo. L’Associazione continua a mettersi a disposizione...

centro-accoglienza-minori

Il 31 maggio prossimo, dopo 30 anni di cura e dedizione, l'associazione di volontariato "Famiglia Insieme" lascia il servizio di conduzione del Centro di Accoglienza Minori di Via Verdi, ad Arezzo. L'Associazione continua a mettersi a disposizione dei Servizi Sociali del Comune di Arezzo e proseguirà il suo impegno di sensibilizzazione, formazione e sostegno alle famiglie nell'ambito del Coordinamento Affidar.

«Con rammarico, l'Associazione "Famiglia Insieme" si è trovata nell'impossibilità di aderire all'ultimo bando pubblicato dal Comune di Arezzo per la gestione del servizio, non riuscendo a reperire una famiglia che potesse dare continuità di cura ai minori e, contestualmente, per la consapevolezza della necessità di adeguare il progetto del Centro Accoglienza Minori alla vigente normativa regionale, incluso il reperimento di un immobile con caratteristiche strutturalmente adeguate al progetto» spiega il Prof. Emanuele Spinello, Presidente dell'Associazione Famiglia Insieme.

Nell'ultimo mese, l'Associazione ha collaborato con il Servizio Sociale del Comune e con il Centro Affidi, per la promozione e la messa a punto, entro il 31 maggio 2018, di progetti di dimissione concordati e rispettosi dei bisogni socio-psico-educativi e di tutela di ciascun ragazzo attualmente collocato presso il CAM, con assoluta priorità di ricorso all'affidamento familiare.

«"Famiglia Insieme" continuerà a lavorare per attuare sul territorio aretino la Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza» prosegue il Presidente Spinello «In particolare, nell'ambito del Coordinamento Affidar (Coordinamento Affido Arezzo), proseguirà il suo impegno di sensibilizzazione, formazione e sostegno alle famiglie, nella direzione dello sviluppo di una nuova cultura dell'affido e della solidarietà familiare, e per l'avvio e l'implementazione di nuove attività integrate in ambito socio-educativo che contribuiscano a garantire ad ogni minore il diritto di vivere in famiglia».

In questo contesto, l'associazione Famiglia Insieme continua a mettersi a disposizione dei Servizi Sociali del Comune di Arezzo, augurandosi che questo attivi servizi di accoglienza, protezione e tutela dei minori nella tipologia della "Comunità Familiare", ai sensi del DPR 26 marzo 2008, n.15/R.

«Per noi è anche importante cogliere questa occasione per ringraziare tutto il personale dipendente dell'Associazione e i numerosi volontari che si sono avvicendati durante questi 30 anni di attività e che, con la loro dedizione, l'amore e la gratuità quotidiani, hanno permesso di far sperimentare ai bambini e ai ragazzi ospiti del CAM un modello di famiglia e di società civile positivo ed educante» termina Spinello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 31 maggio chiude anche il centro di accoglienza minori di via Verdi. Dopo 30 anni Famiglia Insieme saluta

ArezzoNotizie è in caricamento