menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aldo Poponcini, comandante della Polizia Municipale di Arezzo

Aldo Poponcini, comandante della Polizia Municipale di Arezzo

Verso Halloween senza feste e assembramenti. Poponcini: "Controlli serrati fin dal primo pomeriggio"

L'appello è quindi rivolto ai ragazzi e anche alle famiglie perché nonostante la voglia di normalità e di pensare a qualcosa di leggero si agisca con prudenza e con buon senso

Il numero di contagi che continua a essere importante ad Arezzo impone attenzione, controlli e di tenere la guardia alta. A tutte le età, anche se davanti c'è una festa che ha grande richiamo come quella di Halloween che quest'anno oltretutto cade di sabato. In un momento normale le feste per il 31 ottobre probabilmente si sarebbero moltiplicate, ma adesso non saranno possibili. Sono vietati gli assembramenti, sono sconsigliati anche all'interno delle proprie abitazioni. L'emergenza Covid ha ormai imposto nella vita quotidiana di tutti regole di comportamento e di distanziamento che non vanno d'accordo né con il suonare i campanelli e né con il farsi regalare le caramelle ad ogni abitazione. Per questa festa di origine celtica in voga negli Stati Uniti e nel Canada e da qualche anno anche in Italia sarà necessario riorganizzarsi, ripensare a come divertirsi comunque. Di certo ci saranno i controlli, rafforzati per l'occasione. A confermarlo il comandante della Polizia Municipale di Arezzo Aldo Poponcini.

"Invitiamo i ragazzi a stare a casa visto che oltretutto alle 18 i locali chiudono. Si può passeggiare, ma sempre indossando la mascherina su bocca e naso. E' vietato stare fuori con bottiglie di alcolici e birre e questo a prescindere dal Covid, ma in base al regolamento di polizia urbana del comune di Arezzo - spiega il comandante Poponcini - tutti devono capire che non ci possiamo permettere certe cose in questo momento. Abbiamo previsto serrati controlli in centro e nei parchi a partire dal primo pomeriggio. Non ci sarà tolleranza da parte delle forze dell'ordine." 

L'appello è quindi rivolto ai ragazzi e anche alle famiglie perché nonostante la voglia di normalità e di pensare a qualcosa di leggero si agisca con prudenza e con buon senso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

  • Psicodialogando

    Sono stato tradito da mia moglie. E adesso?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento