Guerra agli acconciatori abusivi. Bichi Cna: "Il Comune intervenga"

Ci possono essere acconciature fuori piega ma a Cna interessano quelle fuori norma. “L’abusivismo e l’illegalità nel nostro settore stanno dilagando – commenta Luca Bichi, Presidente provinciale degli acconciatori CNA. In tutte le possibili...

bichi_luca_cna

Ci possono essere acconciature fuori piega ma a Cna interessano quelle fuori norma.

“L’abusivismo e l’illegalità nel nostro settore stanno dilagando – commenta Luca Bichi, Presidente provinciale degli acconciatori CNA. In tutte le possibili varianti: orari, materiali utilizzati, ambienti, contratti di lavoro, sicurezza, … Con riflessi negativi per tutti: per i professionisti che lavorano rispettando le norme a cominciare dai Regolamenti regionali ai consumatori finali. Chi sorride pensando a quanto risparmia, forse sorriderà meno pensando a cosa viene messo sui suoi capelli o sulla sua pelle. Qui non è in gioco un marchio contraffatto ma la salute".

CNA è impegnata da tempo su questo fronte. “A settembre ci siamo rivolti all’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Arezzo e abbiamo ottenuto un impegno ad attivarsi per contrastare il fenomeno dell’abusivismo e dell’illegalità nel nostro settore. Sono passati i mesi e, purtroppo, non abbiamo visto nulla. Sulla base di circostanziate segnalazioni di molti associati, abbiamo fatto l’accesso agli atti del Comune di Arezzo, trovando la conferma che controlli e conseguenti azioni repressive sono necessarie”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci dispiace che l’Assessore non abbia dato seguiti agli impegni che si era assunto. Lo faremo noi – annuncia Bichi. CNA organizzerà nelle prossime settimane una riunione di tutta la categoria invitando anche i rappresentanti delle istituzioni locali. Siamo convinti che la legalità delle imprese e la salute dei cittadini non siano temi solo di CNA o delle categorie economiche ma di tutti. A cominciare dal Comune di Arezzo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento