rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

Con le guardie zoofile nominate dal Prefetto un presidio costante del territorio e delle 150 colonie feline

OIPA e Comune di Arezzo, un impegno comune verso la tutela degli animali. L'assessore Carlettini: "finalmente sul territorio un presidio costante per la verifica e il monitoraggio delle situazioni necessarie di intervento"

Nell'anno che si sta per concludere il Comune di Arezzo ha profuso sforzi in molteplici direzioni per la tutela degli animali ed una parte consistente dei risultati ottenuti è dovuta al rapporto instaurato con la sezione aretina delle guardie zoofile di Oipa Italia. "Quello che mancava", spiega l'assessore Giovanna Carlettini, "era un presidio costante sul territorio capace di verificare e monitorare tutte quelle situazioni che richiedono un intervento diretto, un'attenta valutazione ed una comunicazione costante con i cittadini. Grazie all'opera dei volontari di Oipa siamo adesso in grado di monitorare lo stato delle oltre 150 colonie feline sul territorio, di recepire i fabbisogni dei custodi che se ne prendono cura, ma anche di disporre di un occhio vigile, attento e competente su eventuali situazioni di maltrattamento sugli animali, oltre al prezioso compito di controllare e bonificare le aree dove sono segnalate esche avvelenate, un fenomeno purtroppo frequente anche sul nostro territorio".
Il nucleo guardie zoofile Oipa di Arezzo è nato nel 2014. È composto da 12 guardie nominate per decreto dal Prefetto di Arezzo. Sono pubblici ufficiali che intervengono anche a seguito di segnalazioni provenienti da cittadini ed agenti di polizia giudiziaria per quanto riguarda i reati in materia di animali di affezione. Per segnalare un possibile maltrattamento o una non corretta detenzione di animali si può contattare il nucleo alla email guardiearezzo@oipa.org.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con le guardie zoofile nominate dal Prefetto un presidio costante del territorio e delle 150 colonie feline

ArezzoNotizie è in caricamento