rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità Monte San Savino

“Giorno della memoria 2022”: le celebrazioni a Monte San Savino per conoscere ricordare

Per informazioni: cultura@citymonte.it – tel. 0575-8177271. Obbligo di green pass rafforzato, è necessaria la prenotazione

Il Comune di Monte San Savino da molti anni è impegnato a tutelare e valorizzare il suo patrimonio storico e artistico che lo rende un luogo unico e assai suggestivo. In particolare, intende portare a conoscenza di un pubblico sempre più vasto, di adulti ma anche di bambini, la storia della piccola ma vivace e fiorente comunità ebraica che nei secoli XVII e XVIII viveva dentro le sue mura.

Non tutti sanno che esistono ancora oggi le vestigia, ben conservate, di questa presenza: la sinagoga, il bagno rituale (mikve) e il cimitero, chiamato "Campaccio". E una via (nel cuore del "ghetto") dedicata a Salomon Fiorentino, nato al Monte nel 1743, primo poeta ebreo che figuri nella letteratura italiana.

Sono state numerose le iniziative del passato che hanno voluto dare risalto e rilevanza a questo straordinario spicchio storico di vita savinese. Con l'anno appena iniziato l’amministrazione comunale rinnova l'impegno, accogliendo e offrendo progetti e iniziative.

Per questo mese di gennaio la preside dell’istituto scolastico comprensivo e i docenti della scuola primaria di Monte San Savino e di Alberoro hanno fortemente voluto per gli alunni di quinta (e anche di quarta nel caso di Alberoro) un progetto particolare. Sono previste alcune ore di lezione, tenute dalla dott.ssa Stefania Roncolato, mirate a far conoscere ai bambini la cultura e la storia degli ebrei di Monte San Savino e a mostrare loro dove essi abitarono, condussero la loro vita e dove da secoli riposano. Lo scopo è quello di educare i piccoli alunni alla conoscenza della storia del loro territorio, per la comprensione del passato e del presente, ma soprattutto di invitarli alla curiosità, al rispetto e all'interesse per culture e tradizioni diverse.

In occasione del “Giorno della Memoria”, commemorativo della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz e delle vittime della Shoah, sono previste due importanti iniziative. L'Istituto Comprensivo di Monte San Savino, in collaborazione con il Comune, la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC) di Milano e l'Associazione Salomon Fiorentino organizza, per la mattina di sabato 29 gennaio, l'incontro dei ragazzi di terza media con il dott. Stefano Gatti dell'Osservatorio Antisemitismo della Fondazione CDEC per riflettere sulla Shoah, partendo dal libro di Luciana Laudi “Venezia-Fossoli: destinazione Auschwitz. Lettere di Cesare Carmi: 1943-1944”, donato a tutti i ragazzi da una generosa benefattrice che risiede in zona.

L’Amministrazione Comunale, con l'azienda partecipata Monteservizi, la Fondazione CDEC, l'Associazione Salomon Fiorentino e la Comunità Ebraica di Firenze, propone al pubblico, domenica 30 gennaio presso il Teatro Verdi ore 10, la conferenza "Immagini e linguaggi dell'antisemitismo. Passato e presente". Dopo i saluti della Sindaca Margherita Scarpellini e di Jack Arbib, Presidente dell'Ass. Salomon Fiorentino, il relatore Stefano Gatti illustrerà la tematica. Seguirà la visita guidata alla sinagoga, al bagno rituale (mikve) e al cimitero ebraico (tempo permettendo) a cura di Stefania Roncolato.

Per informazioni: cultura@citymonte.it – tel. 0575-8177271. Obbligo di green pass rafforzato, è necessaria la prenotazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Giorno della memoria 2022”: le celebrazioni a Monte San Savino per conoscere ricordare

ArezzoNotizie è in caricamento