Giornata mondiale dell'ambiente: dalla tutela del fiume ai 50 alberi piantati

Le iniziative che sono state prese nella giornata di oggi per celebrare la giornata mondiale della tutela dell'ambiente

Il 5 giugno è il 46esimo anniversario del World Environment Day, la Gionata Mondiale per l’Ambiente, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 15 dicembre 1972 per ricordare la prima Conferenza delle Onu sull’Ambiente, tenutasi a Stoccolma nel giugno di 48 anni fa.

La FAO ha inoltre proclamato il 2020 “Anno internazionale della Salute delle Piante” per aumentare la consapevolezza verso i problemi legati al mondo vegetale e garantire la tutela della nostra salute e di quella del pianeta.

La tutela del fiume e le 10 regole del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno

Buone pratiche anche per i cittadini. A lanciare l’idea di una carta degli impegni che tutti dovrebbero osservare per migliorare la sicurezza e la qualità dei corsi d’acqua è il Consorzio 2 Alto Valdarno. Debutta in occasione della giornata mondiale dell’ambiente, il documento che, in dieci punti, racchiude il comportamento ideale da adottare per essere “amici dei fiumi”. Rivolta prima di tutto ai ragazzi delle scuole del comprensorio, l’iniziativa decolla a San Giovani Valdarno, città che ha ospitato il primo appuntamento di Amico CB2, il progetto pensato e realizzato dal Consorzio 2 Alto Valdarno in collaborazione con Eta Beta onlus, per illustrare agli studenti cos’è e come si comporta un fiume, per  diffondere e alimentare la consapevolezza dei rischi che possono provocare scelte sbagliate, interventi inadeguati, azioni irresponsabili.  Qui, all’inizio del 2020, con il supporto del dispositivo Flumina, i ragazzi dei licei Giovanni da San Giovanni e del comprensivo Marconi, hanno potuto sperimentare dal “vivo” l’evoluzione del corso d’acqua che si modella sul territorio. E proprio da San Giovanni Valdarno riprende il viaggio di Amico CB2, bruscamente interrotto all’inizio di marzo dall’avanzata del Covid 19. Il messaggio che, per ragioni di sicurezza questa volta arriva da remoto, è sempre lo stesso: la tutela dai fiumi e la tutela dei fiumi sono un obiettivo che possiamo e dobbiamo raggiungere tutti insieme.

Così per l’evento si mobilitano tutti coloro che si erano adoperati per sostenere e promuovere Amico CB2: il sindaco di Sangiovanni Valentina Vadi,  la presidente dei Licei Giovanni da San Giovanni Lucia Bacci, la preside dell’omnicomprensivo Marconi Emilia Minichini, la presidente del CB2 Serena Stefani. Uniti per lanciare "Diventa Amico di Amico CB2", il manifesto di buone pratiche che sarà sottoscritto e diffuso, insieme a un filmato dedicato all’ambiente fluviale, a tutti gli studenti del territorio che hanno potuto seguire l’evento in diretta sulla pagina Facebook del Consorzio.

“Abbiamo voluto dedicare la giornata mondiale dell’ambiente a un ambiente speciale e delicato: quello dei nostri corsi d’acqua”, spiega la presidente del CB2 Serena Stefani, illustrando l’iniziativa. “La presentazione del decalogo, semplice ma importante, che tutti i cittadini dovrebbero conoscere e rispettare per avere un rapporto equilibrato con  i fiumi presenti sul territorio: non miniere di acqua da sfruttare senza limiti, né discariche all’aria aperta, ma elementi complessi da tutelare e custodire con attenzione, nel rispetto  della ricchezza dell’habitat che li popola e delle innumerevoli funzioni che possono svolgere. Il Consorzio sta sperimentando nuove modalità di intervento, per garantire manutenzioni sempre più attente e rispettose degli ecosistemi presenti. Perché la naturalità del corso d’acqua contribuisce a un migliore funzionamento idraulico e quindi a una maggiore sicurezza”

Valentina Vadi, sindaco del comune di San Giovanni Valdarno, commenta: “In questa giornata mondiale dedicata all’ambiente sono felice che venga posta l’attenzione sui corsi d’acqua. D’altronde in una città come la nostra, attraversata dall’Arno e dove l’Arno rappresenta un punto di riferimento per la vita sociale e ricreativa, il fiume riveste un ruolo centrale. Credo che ricordare ai cittadini l’importanza di un comportamento educato e rispettoso nei confronti del fiume sia quanto mai utile. Ancora troppo spesso infatti dobbiamo combattere contro la maleducazione di quanti continuano ad abbandonare rifiuti e oggetti lungo le sponde e in alveo: un malcostume che contribuisce a inquinare l’ambiente, a peggiorare l’immagine della nostra città e che può contribuire ad amplificare il rischio idraulico. Ecco perché con grande convinzione il comune supporterà l’iniziativa, che contribuirà a diffondere tra i giovani, gli studenti, le associazioni. Nell’occasione ringrazio il Consorzio per il buon lavoro di manutenzione svolto. Anche stanotte è piovuto molto e abbiamo dovuto fare i conti con un allerta arancione, ma la cura dei nostri corsi d’acqua consente di fronteggiare bene anche fenomeni meteorologici importanti”.

Lucia Bacci, Dirigente scolastico dei Licei Giovanni da San Giovanni, racconta: “Da sempre la nostra scuola ha impostato un lavoro educativo volto alla difesa e alla tutela dell’ambiente. Un progetto che ha avuto un risultato significativo e che ha saputo catturare l’attenzione degli studenti e che, attraverso l’esperienza diretta offerta dalla presenza di un plastico interattivo hanno potuto verificare l’evoluzione del fiume nel tempo. La collaborazione con il Consorzio 2 Alto Valdarno è l’occasione per continuare questo percorso e concentrare la nostra attenzione sui corsi d’acqua, importanti risorse, che possono trasformarsi in pericolose minacce se non gestite in modo adeguato. Ritengo strategico sensibilizzare i cittadini perché il loro coinvolgimento è essenziale per la sicurezza del nostro territorio. Gli studenti, molto sensibili a queste tematiche, possono darci una mano preziosa anche nel coinvolgimento degli adulti”

Emilia Minichini, Dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Marconi, aggiunge: “Il progetto AMICO CB2 si è rivelato utile per coinvolgere in modo attivo gli alunni e far comprendere le conseguenze che i comportamenti scorretti dell’uomo possono avere sui corsi d’acqua. Adesso facciamo un passo avanti e chiediamo la collaborazione attiva dei cittadini, soprattutto dei più giovani, per difendere e tutelare i fiumi: un percorso di responsabilizzazione destinato a diffondere le buone pratiche e a creare un rapporto consapevole con il territorio. Per questo invieremo il filmato realizzato dal CB2 per raccontare in breve il fiume e il manifesto “Per diventare amici del fiume” a tutti gli alunni del nostro istituto, invitandoli ad applicare e a diffondere i suggerimenti presenti nella “carta””.

A Cavriglia

L'amministrazione di Cavriglia è sempre molto vicina ai problemi dell'ambiente e quest'anno ha intensificato le proprie attività per rendere ancora più verde il territorio comunale: prima che l'emergenza Covid-19 fermasse tutto, era stata infatti avviata anche l'iniziativa “E' ora di piantarla: un albero per la vita” con la piantumazione delle prime 50 essenze al circuito di Bellosguardo, primo atto di un progetto teso ad aumentare il numero di piante nelle aree verdi.

Lecci, susini, meli, peri, ciliegi, cipressi, liquidambar (aceri rossi) e tigli sono stati installati in quella zona: tutti hanno avuto dei donatori, che li hanno acquistati alla cifra simbolica di 25 euro ad albero per dedicarli ad amici e parenti.

Purtroppo non è poi stato possibile per le norme anti-assembramento consegnare ai cittadini le “carte del donatore”, in una cerimonia che l'Amministrazione Comunale ha però soltanto rinviato ad un momento migliore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 5 giugno appunto ecco l'inaugurazione, senza pubblico per le disposizioni attuali, degli alberi da parte della Giunta Comunale: la data scelta è proprio la “Giornata dell'Ambiente”, aspettando poi di poter consegnare gli attestati ai cavrigliesi e poter soprattutto estendere ancora il progetto “Un albero per la vita” con altri alberi ed altre aree verdi per celebrare al meglio “l'Anno della Salute delle Piante”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento