Attualità

Giornata autismo. In corteo al fianco di Marco Cavallo: Arezzo sfila per le vie di Firenze

I ragazzi e le famiglie di Arezzo che non hanno mancato l'appuntamento clou della giornata, con loro anche l'assessore comunale Lucia Tanti.

Una giornata completamente in azzurro per gridare a tutti che l'autismo non è uno sconosciuto di cui avere paura. Esiste. C'è. E' in mezzo a noi e non c'è niente da temere, basta essere pronti ad iniziare un dialogo.

Oggi in tutta Italia, così come in tutto il resto del mondo, si celebra la giornata mondiale di consapevolezza sull'autismo.
Un momento particolare al quale in molti hanno dato il proprio contributo raccontando la propria esperienza e facendo sentire forte e chiara la propria voce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per le strade di Firenze questa mattina sono arrivate delegazioni da tutti e quattro gli angoli della Toscana per sfilare insieme a Marco Cavallo, la scultura realizzata nel 1973 all'interno del manicomio di Trieste su idea di Giuseppe Dell'Acqua, Dino Basaglia, Vittorio Basaglia e Giuliano Scabia. Un simbolo di diversità. Un emblea alto 4 metri e azzurro come all'epoca decisero i pazienti del manicomio. Un gigante che poteva, e può, contenere tutti i desideri e i sogni dei ricoverati, e rappresentare quell'umanità "nascosta".

Al fianco di Marco Cavallo anche i ragazzi e le famiglie di Arezzo che non hanno mancato l'appuntamento clou della giornata e l'assessore comunale Lucia Tanti.

“Non potevamo mancare come amministrazione comunale – ha sottolineato l’assessore alle politiche sociali – a un evento di questo tipo. Il Comune ha offerto ogni sostegno e collaborazione possibili all’associazione Autismo Arezzo e al suo presidente Andrea Laurenzi, con il quale ho condiviso la trasferta fiorentina, per organizzare il calendario che caratterizzerà questo mese di aprile in città. Una serie di appuntamenti all’insegna di un approccio positivo e di un messaggio di inclusione. L’intento è chiaro: non basta la pietas ma occorre affermare i diritti di ciascuno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata autismo. In corteo al fianco di Marco Cavallo: Arezzo sfila per le vie di Firenze

ArezzoNotizie è in caricamento