Genitori insieme: le sfide dell’educazione. Ciclo di incontri con Rosamaria Raccuglia, pedagogista clinico

L’associazione di promozione sociale L’Ombelico, dopo il successo di partecipazione dello scorso anno, organizza con il patrocinio del Comune di Arezzo e con il contributo di Estra un ciclo di incontri rivolto ai genitori dei bambini dei nidi...

L’associazione di promozione sociale L’Ombelico, dopo il successo di partecipazione dello scorso anno, organizza con il patrocinio del Comune di Arezzo e con il contributo di Estra un ciclo di incontri rivolto ai genitori dei bambini dei nidi, delle scuole d’infanzia e primarie del Comune di Arezzo. Gli incontri saranno tenuti da Rosamaria Raccuglia, pedagogista clinico, con esperienza educativa nell’ambito scolastico e nel sostegno alla genitorialità. Ingresso libero. Casa diritta, via Garibaldi 15.

“Se questa amministrazione ha messo la famiglia – sottolinea l’assessore alle politiche sociali e scolastiche Lucia Tanti – al centro dell’attenzione, non possiamo che salutare con piacere un’iniziativa che riunisce più nuclei familiari. Così, questi ultimi, tasselli fondamentali della società e del suo progresso, non dialogano solo al proprio interno ma si proiettano esternamente e mettono a disposizione un bagaglio di esperienze. Il modo migliore per innescare un circolo virtuoso dove i beneficiari finali siano i figli, ovvero coloro che sulla famiglia contano più di tutti”.

“Sempre più - sostiene Rosamaria Raccuglia - si avverte la necessità, per i genitori, di incontrarsi, confrontarsi e raccontarsi con altri genitori, per condividere le gioie e le tensioni che derivano dal ruolo. Gli interrogativi, le criticità e le sfide possono diventare motivo di preoccupazione e di ansia; il timore di non riuscire a soddisfare le aspettative rischia di spingere l’agire educativo verso risoluzioni non adeguate. La guida, il confronto, l’incontro con il pedagogista clinico, possono, quindi, diventare occasione per favorire, nei genitori, la ricerca consapevole di buone pratiche educative e stili relazionali efficaci”.

“Estra – ha rilevato il presidente Roberto Banchetti vuol essere non solo un’azienda del territorio ma, soprattutto, della comunità. È stato un caso ma in poche settimane abbiamo presentato o preso parte a iniziative che hanno interessato i giovani e la loro formazione in Europa; gli anziani e il loro diritto alla cittadinanza digitale; i ragazzi e la pratica sportiva quale fattore di crescita. E ora la famiglia, sintesi di questi vari elementi. Il sostegno di Estra è dettato dalla consapevolezza che uno sviluppo armonico della società ha le sue fondamenta in quello della famiglia. E quello genitoriale, come ricordano il Comune di Arezzo e l’associazione l’Ombelico, è tra i più difficili da svolgere. Merita, quindi, ogni sostegno”.

Temi dei quattro incontri, che si terranno dalle 17 alle 19: mercoledì 9 dicembre, “Genitori e figli – aspettative, stili educativi”. Lunedì 21 dicembre, “Dialogare col bambino – ascoltare e riconoscere i pensieri del bambino”. Mercoledì 13 gennaio, “Tempi e spazi – educare con cura nel rispetto dei ritmi di vita del bambino”. Mercoledì 27 gennaio, “Una comunità educante – costruire reti e relazioni di fiducia tra scuola, famiglia e società”.

Per info e iscrizioni a uno o più incontri: rosamariaraccuglia@gmail.com

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

+39.347.0451823

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento