Attualità

Gelo e temperature "siberiane" in arrivo. Rossi chiama a raccolta la protezione civile: "Pronti in caso di necessità"

L'inverno sta arrivando. Anzi no. Il gelo sta arrivando. La perturbazione siberiana tanto annunciata nelle ultime giornate dagli esperti meteorologi a quanto pare sarebbe alle porte e, dopo alcune giornate di vento e pioggia, dovrebbero arrivare...

protezione-civile3

L'inverno sta arrivando. Anzi no.

Il gelo sta arrivando.

La perturbazione siberiana tanto annunciata nelle ultime giornate dagli esperti meteorologi a quanto pare sarebbe alle porte e, dopo alcune giornate di vento e pioggia, dovrebbero arrivare anche temperature "polari".

Numerose le raccomandazioni da parte di vari enti, realtà, aziende ed istituzioni utili a scongiurare possibili disagi dovuti alle temperature in caduta libera. Tra gli ultimi ad intervenire c'è il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi che ha preso carta e penna ed ha inviato una lettera ai soggetti che nei prossimi giorni di maltempo dovranno garantire ai cittadini l'erogazione dei servizi. Nella missiva si invita a "verificare preventivamente la propria organizzazione e in particolare l'effettiva operatività dei mezzi e l'adeguata disponibilità di sale per il contrasto delle situazioni di neve e gelo". Data l'emergenza freddo un'attenzione particolare è rivolta ai soggetti più deboli a partire dai senza fissa dimora. La missiva è stata spedita alle Prefetture e ai settori viabilità e protezione civile delle Province; a gestori delle reti di trasporto su ferro e strada RFI, Autostrade per l'Italia, SALT, Autocisa, ANAS; ai gestori elettrici e del gas e-distribuzione, SNAM Rete Gas, a Telecom; alle sale operative del 118 e per conoscenza al Dipartimento della Protezione Civile Nazionale. Ecco il testo integrale della lettera: Comunicazioni in merito alle condizioni meteo previste per i prossimi giorni. La probabile evoluzione meteo disponibile ad oggi prevede a partire domenica 25 febbraio la possibilità di nevicate a bassa quota e soprattutto la persistenza per più giorni di temperature ben al di sotto dello zero per tutto il territorio regionale.

Ferma restando la catena operativa prevista dal sistema di allertamento regionale che verrà attivata secondo le consuete procedure, con la presente si invitano in senso generale le strutture territoriali responsabili della gestione della viabilità a verificare preventivamente la propria organizzazione e in particolare l'effettiva operatività dei mezzi e l'adeguata disponibilità di sale per il contrasto delle situazioni di neve e gelo. In tal senso sarà auspicabile il consueto rapporto con le Prefetture UTG quale soggetto di riferimento in caso di eventuale attivazione dei COV - Comitati Operativi per la Viabilità.

Allo stesso modo l'invito ad una verifica circa l'effettiva disponibilità operativa dei sistemi di contrasto alle possibili interruzioni nell'erogazione dei servizi è rivolto anche ai gestori dei servizi essenziali, anche nelle loro articolazioni territoriali.

Rispetto alle strutture socio-sanitarie si richiama ad una particolare attenzione verso i soggetti più fragili o persone senza fissa dimora che potrebbero trovarsi esposte a condizioni di rischio, operando in raccordo con le Amministrazioni Comunali.

Il Centro Funzionale Regionale e la Sala Operativa Regionale renderanno disponibili secondo i consueti canali e tempistiche di comunicazione ogni informazione disponibile circa l'aggiornamento della previsione meteo e sulla situazione in atto sul territorio regionale. Si invitano i soggetti in indirizzo a voler segnalare prioritariamente ai Centri Situazioni Provinciali eventuali situazioni di criticità di protezione civile che dovessero interessare il proprio territorio, fermo restando l'operatività in H24 della Sala Operativa Regionale per qualsiasi eventualità. Il sito regionale dell'allerta meteo è all'indirizzo https://www.regione.toscana.it/allertameteo La comunicazione da parte di Autostrade per l'Italia Dalle prime ore di domenica 25 febbraio l'arrivo di una corrente di aria gelida di origine siberiana, associata a perturbazioni estese e persistenti sulla nostra penisola, causerà nevicate fino a quote di pianura che potranno interessare oltre 1.500 km di tratte autostradali in diverse Regioni del Paese. In particolare, domenica mattina sono attese precipitazioni nevose sull'A1 tra Parma e Firenze e sull'A14 tra Bologna e Pesaro. Nel pomeriggio-sera di domenica le nevicate potrebbero estendersi sull'A14 nel tratto tra Pesaro e Ancona e sull'A1 tra Chiusi e Frosinone. Lunedì le nevicate potrebbero interessare l'A14 tra Bologna e Poggio Imperiale e l'A1 tra Chiusi e Frosinone.

Viste le previsioni meteorologiche particolarmente avverse, Autostrade per l'Italia invita gli automobilisti a limitare gli spostamenti evitando le zone più a rischio, mettendosi in viaggio solo se strettamente necessario e, comunque, solo dopo essersi informati sulle condi ioni della viabilità e del meteo.

In ogni caso, al fine di garantire la percorribilità in sicurezza della propria rete, Autostrade per l'Italia ha già attivato il piano antineve, con oltre 2.200 mezzi operativi e 3.600 uomini dedicati alle attività di prevenzione ed abbattimento della neve con una capacità di circa 240.000 tonnellate di fondenti stradali.

Nelle tratte interessate dalle precipitazioni nevose potranno essere attivati, in stretta collaborazione con la Polizia Stradale, i dispositivi di fermo temporaneo per i mezzi con massa superiore alle 7,5 t in conformità ai protocolli vigenti.

Autostrade per l'Italia raccomanda a chi sarà costretto a mettersi in viaggio sulle tratte interessate dalle precipitazioni di:

- programmare le partenze ben informati, evitando ove possibile il viaggio sulle tratte e nei periodi interessati dalle nevicate più intense e considerando comunque tempi di percorrenza superiori alla norma, per effetto delle precipitazioni, dell'azione dei mezzi antineve (che operano a 40 km/h) e del traffico;

- intraprendere il viaggio solo dopo aver controllato la piena efficienza del veicolo, con il pieno di carburante e qualche genere di prima necessità;

- verificare la disponibilità a bordo e la piena funzionalità delle dotazioni di legge (giubbini rifrangenti; triangolo, catene da neve o pneumatici invernali in buone condizioni). A querto proposito, si consiglia sempre l'uso di pneumatici invernali al posto delle catene, più sicuri e adatti al transito su strade e autostrade in condizioni di fondo innevato. Nel caso si disponesse delle sole catene, evitare assolutamente di montarle o smontarle lungo le corsie di emergenza o di marcia o all'interno delle gallerie per evitare gravi rischi per la sicurezza delle persone e intralcio ai mezzi antineve (l'operazione è consentita solo in Area di Servizio e di Parcheggio).

Si consiglia inoltre di tenersi costantemen e aggiornati sulla situazione della viabilità e sugli eventuali percorsi alternativi tramite i collegamenti "My Way" in onda sul canale 501 Sky Meteo24 e su Sky TG24 (canali 100 e 500 di Sky e canale 50 del Digitale Terrestre); sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD; sul sito www.autostrade.it; su RTL 102.5; su Isoradio 103.3 FM; attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gelo e temperature "siberiane" in arrivo. Rossi chiama a raccolta la protezione civile: "Pronti in caso di necessità"

ArezzoNotizie è in caricamento