Attualità

Garantire la sicurezza pubblica: a Faella volontari al fianco delle forze dell'ordine

Lo scopo è quello di vigilare sulla sicurezza e l'ordine pubblico. Nasce così a Faella, piccola frazione del Comune di Castelfranco-Pian di Sco' l'associazione di Volontari per la Sicurezza. L'iniziativa è stata promossa dai consigliere della...

Lo scopo è quello di vigilare sulla sicurezza e l'ordine pubblico. Nasce così a Faella, piccola frazione del Comune di Castelfranco-Pian di Sco' l'associazione di Volontari per la Sicurezza. L'iniziativa è stata promossa dai consigliere della Lista Civica ed ha come obiettivo quello di contribuire a far crescere un progetto di pubblica utilità e coadiuvare l'operato delle forze dell'ordine.

"Il nome e lo statuto saranno meglio definiti ed approvati in un'assemblea che si terrà a settembre, dato il periodo feriale - fanno sapere i membri della Lista Civica - La risposta è stata di forte adesione, così si è deciso di dar immediatamente vita al progetto. Si inizia con circa 50 persone che di fatto hanno fondato l'associazione con lo scopo di essere attivi nella vigilanza del territorio in ausilio alle forze dell'ordine ed alle altre associazioni di tutela della persona, della casa e della libertà, soprattutto a tutela dei più deboli, anziani, giovani, donne. La nostra associazione avrà i requisiti per essere inserita nel registro della Prefettura, come prevede la legge e potrà essere chiamata a svolgere servizi istituzionali".

Costituito anche un direttivo provvisorio che lavorerà alla definizione degli aspetti burocratici, organizzativi e di immagine della associazione.

Particolare attenzione, così come sottolineano dalla Lista Civica, viene riservata al tema dei migranti e richiedenti asilo. "Vorremo controllare la loro gestione - scrivono dalla Lista Civica - conoscerne destinazione, modalità e durata di permanenza nei nostri territori. Avremo gruppi operativi in ogni centro del comune così da essere capillarmente presenti nella realtà sociale. Faremo proposte alle amministrazioni, cercheremo contatti con altri cittadini del territorio valdarnese per fare una vera rete. Confidiamo che altri soggetti prendano iniziative analoghe e che magari si uniscano a noi per confrontare idee ed operatività per creare un senso comune di appartenenza che ci deve unire anche nelle iniziative. Vogliamo tutelare la nostra cultura, la nostra identità e non essere nel tempo "riserve indiane" in casa nostra, circondati da delinquenza, sfruttamento o essere vittima di razzismo al contrario, anche nelle scelte dello Stato". Il consiglio direttivo provvisorio è formato da: Presidente: Massimiliano Galantini Vice Presidenti: Vinicio Vittorini, Luciano Corsi, Walter Sordi Soci fondatori: Marco Morbidelli, Antonella Grassi, Francesco Benedetti, Fabrizio Del Grosso, Rossi Patrizio, Sabina Cellai, Valentina Dini, Fabio Gori, Mirco Bellini, Sabina Forzini, Stefano Zannoli.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garantire la sicurezza pubblica: a Faella volontari al fianco delle forze dell'ordine

ArezzoNotizie è in caricamento