Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità

"Gara Tpl discutibile, a sette anni dall'indizione siamo al palo". L'attacco di Uiltrasporti Toscana

"Dire che l’avevamo detto non risolve certo i problemi ma almeno serve a ricordare che la Uiltrasporti Toscana, inascoltata dalle istituzioni, si è da sempre contrapposta alla scelta della Regione Toscana di mettere a gara il Tpl su gomma, sia per...

"Dire che l'avevamo detto non risolve certo i problemi ma almeno serve a ricordare che la Uiltrasporti Toscana, inascoltata dalle istituzioni, si è da sempre contrapposta alla scelta della Regione Toscana di mettere a gara il Tpl su gomma, sia per il taglio delle risorse che quella scelta avrebbe comportato, sia per la mancanza di una legislazione chiara in materia che avrebbe favorito ricorsi, controricorsi ecc, come di fatto è avvenuto". Attacca così una nota di Uiltrasporti Toscana.

Una scelta politica, quella della gara, assolutamente discutibile e gestita ancora peggio sotto l'aspetto tecnico tanto che oggi, a sette anni di distanza dall'indizione della gara, non siamo ancora a niente e dovremo addirittura attendere il pronunciamento della Corte Europea (altri 2 anni?) a cui il Consiglio di Stato ha rinviato ogni decisione. Nel frattempo sarebbe interessante sapere quanti soldi sono stati spesi in avvocati e consulenze, sia dai contendenti che dalla Regione, e se tali risorse potevano invece essere impiegate in maniera più opportuna, senza dimenticare che "nell'attesa della gara" gli investimenti per nuovi mezzi e per le necessarie assunzioni sono arrivati con il contagocce e che con le aziende non è stato possibile trattare accordi di secondo livello in situazioni di normalità, con conseguenti ricadute a danno dei lavoratori. Ora la vera preoccupazione riguarda in quale modo la regione e le istituzioni interessate vogliano proseguire il servizio, perché è necessario che le aziende che saranno chiamate ad operare possano avere davanti a loro un periodo medio-lungo per ammortizzare investimenti non più rinviabili e senza tagli al servizio, in modo da garantire la mobilità dei cittadini e a tutela dei lavoratori coinvolti. Con tale obiettivo, come organizzazioni di categoria e unitariamente alle altre organizzazioni sindacali, abbiamo chiesto chiarimenti alla Regione Toscana che speriamo arrivino in maniera inequivocabile durante l'incontro previsto per il 27 giugno prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gara Tpl discutibile, a sette anni dall'indizione siamo al palo". L'attacco di Uiltrasporti Toscana

ArezzoNotizie è in caricamento