Venerdì, 23 Luglio 2021
Attualità

Furti e traffico: le piaghe dei ciclisti. Fiab: "Aretini aiutateci a tutelare le fasce deboli della mobilità"

In sella alle proprie fedeli amiche e due ruote hanno percorso chilometri e chilometri diffondendo i valori di una mobilità sana, ecologica e sostenibile. Sono gli Amici della bicicletta di Arezzo a tornare in piazza, anzi ad andare al mercato, e...

fiab-stand

In sella alle proprie fedeli amiche e due ruote hanno percorso chilometri e chilometri diffondendo i valori di una mobilità sana, ecologica e sostenibile.

Sono gli Amici della bicicletta di Arezzo a tornare in piazza, anzi ad andare al mercato, e continuare l'attività di propaganda e crescita di quella stessa associazione che ha come scopo quello di tutelare i diritti di ciclisti e pedoni. Recentemente la Fiab aretina, capitanata dal presidente Fabrizio Montaini, si è messa al lavoro per il consueto censimento dei ciclisti. Un'opera certosina che ha puntato i riflettori su problematiche specifiche. "Molti non usano la bicicletta per spostarsi - spiega il presidente Montaini - perché temo i furti. La paura di non trovare più la propria bicicletta è un elemento che frena fortemente gli aretini che, secondo quanto ci dicono, preferiscono lasciarla in garage. Un altro problema che ci è stato rappresentato invece riguarda la scarsità di piste ciclabili e percorsi sicuri per chi viaggia su due ruote. Anche questo è un elemento che disincentiva la pedalata. Dal canto nostro abbiamo sempre fatto di tutto per farci portavoce di queste necessità nei confronti dell'amministrazione e degli organi competenti. Continueremo anche nel futuro. Ma per farlo abbiamo bisogno del sostegno di tutti gli aretini che possono iscriversi alla nostra federazione".

Ma perché associarsi a FIAB Amici della bici Arezzo ?

Le motivazioni sono espresse direttamente dalla Federazione in un breve decalogo:

- Per dare più forza all'associazione;

- per essere coperti dall'assicurazione RC (responsabilità civile) quando si va in bicicletta;

- per ricevere, la rivista nazionale "BC"

- per usufruire dei servizi dell'ufficio di difesa legale della FIAB;

- per usufruire delle particolari agevolazioni riservate ai soci FIAB presso le strutture ricettive "amiche della bicicletta" aderenti ad ALBERGABICI

- per usufruire della convenzione FIAB-Trenitalia, con agevolazioni tariffarie sui treni regionali ed interregionali nei viaggi di gruppo (minimo 3 persone) dei soci delle associazioni aderenti alla FIAB, che fa risparmiare dal 10 al 15% sul prezzo del biglietto.

- per usufruire di tutte le altre facilitazioni e le convenzioni della FIAB (Convenzioni, sono attive anche per i tuoi viaggi in bicicletta con i migliori tour operator nazionali).

- per partecipare alle ciclopasseggiate e alle iniziative organizzate dall'associazione.

Attualmente i soci Fiab ad Arezzo sono 250 e ciascuno di essi è parte attiva di una realtà che, oltre farsi portavoce delle esigenze delle fasce deboli della mobilità, organizza eventi ed iniziative in tutti e quattro gli angoli della provincia ovviamente sempre in sella alle proprie biciclette.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e traffico: le piaghe dei ciclisti. Fiab: "Aretini aiutateci a tutelare le fasce deboli della mobilità"

ArezzoNotizie è in caricamento