Attualità

Funghi velenosi e come riconoscerli. La Asl: "Non fidatevi delle prove dell'aglio o dell'argento. Venite da noi: è gratis"

Dal 2 maggio al 30 giugno sarà garantita consulenza micologica gratuita in tutte le zone. Il servizio sarà erogato dall'Ispettorato Micologico del Dipartimento della Prevenzione della Azienda USL Sud Est. L’obiettivo è di prevenire le...

FUNGHI5

Dal 2 maggio al 30 giugno sarà garantita consulenza micologica gratuita in tutte le zone. Il servizio sarà erogato dall'Ispettorato Micologico del Dipartimento della Prevenzione della Azienda USL Sud Est.

L'obiettivo è di prevenire le intossicazioni da funghi tossici e velenosi che si verificano ogni anno. I micologi raccomandano ai cittadini di sottoporre al controllo tutti i funghi raccolti o regalati. Solo il micologo, infatti, tramite l'osservazione e le conoscenze morfo-botaniche, può determinarne la commestibilità o tossicità delle specie dei funghi. Sono assolutamente da evitare mezzi empirici di riconoscimento come la prova dell'aglio, dell'argento, il consumo da parte delle lumache o il "sentito dire". Gli Sportelli Micologici Zonali saranno aperti dal 2 maggio nei seguenti giorni e orari:

Ospedale di Arezzo: il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 11 alle 13;

Ospedale di Montevarchi: il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 12,30 alle 13,30;

Distretto di Sansepolcro: il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 12 alle 13

Distretto di Poppi, su appuntamento chiamando lo 0575 568456 o 3803278978;

Distretto Camucia, su appuntamento chiamando lo 0575 603699 o 389 960883.

Al di fuori dei periodi e degli orari di apertura degli sportelli micologici, compatibilmente con le esigenze di servizio, è possibile usufruire del servizio di consulenza attraverso appuntamento telefonico.

I funghi devono essere presentati al controllo in contenitori rigidi e forati (cestini) e devono essere: interi (non recisi o tagliati, non spezzettati, non lavati, non raschiati o comunque privi di parti essenziali al loro riconoscimento); puliti da terriccio, foglie e/o altri corpi estranei; in buono stato di conservazione.

I funghi che al controllo del micologo non rispettino le condizioni indicate e quelli che risultino appartenere a specie non commestibili o tossiche/velenose, verranno distrutti.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funghi velenosi e come riconoscerli. La Asl: "Non fidatevi delle prove dell'aglio o dell'argento. Venite da noi: è gratis"

ArezzoNotizie è in caricamento