Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Frana della Montanina: 750mila euro per la messa in sicurezza

La Regione Toscana ha stanziato 11 milioni di Euro per interventi atti a mitigare il rischio idraulico e idrogeologico. Due milioni e 900mila euro sono stati destinati alla Provincia di Arezzo, di questi il Comune aretino che ha ottenuto il...

La Regione Toscana ha stanziato 11 milioni di Euro per interventi atti a mitigare il rischio idraulico e idrogeologico. Due milioni e 900mila euro sono stati destinati alla Provincia di Arezzo, di questi il Comune aretino che ha ottenuto il finanziamento più consistente è quello di Cavriglia che beneficerà di 750.000 Euro per la stabilizzazione del movimento franoso della Montanina. Con i fondi che saranno stanziati grazie all'approvazione del documento operativo regionale per la difesa del suolo, l'Amministrazione Comunale potrà agire su un movimento franoso che in passato ha causato vari cedimenti lungo la strada comunale che collega Santa Barbara a Meleto Valdarno. Per risolvere tali criticità serviva un intervento complesso e oneroso, adesso possibile grazie ai soldi provenienti dalla manovra varata dalla Regione Toscana per la difesa del suolo ed il rischio idrogeologico. Presto Cavriglia vedrà l'avvio di un'altra importante opera pubblica grazie anche alla capacità degli Uffici di reperire risorse extra bilancio. Così com'è stato per i plessi scolastici di Castelnuovo dei Sabbioni per i quali l'Amministrazione Comunale ha ottenuto finanziamenti pari a 2milioni e 600mila Euro.

"Le somme di cui disponiamo nel bilancio - ha affermato il sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni -, ovvero quelle derivanti dalla fiscalità dei nostri cittadini, sono destinate quasi esclusivamente agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria periodicamente necessari nel territorio, al Sociale ed al mantenimento delle condizioni che ci permettono di garantire ai nostri cittadini dei servizi di qualità a costi estremamente contenuti, oltre ad una pressione fiscale molto bassa. Se possiamo permetterci di investire grandi somme in opere pubbliche come il consolidamento del movimento franoso della Montanina lo dobbiamo invece solo alla bravura con cui i nostri uffici riescono a reperire soldi extra bilancio e all'attenzione della Regione Toscana nei confronti delle esigenze degli Enti Locali per la difesa del suolo".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frana della Montanina: 750mila euro per la messa in sicurezza

ArezzoNotizie è in caricamento