Sistema inclusione famiglie di Caritas e Comune: arrivano 50.000 euro

Lucia Tanti: “nessuno escluso, dimenticato o lasciato indietro nell’Arezzo sicura e coesa che abbiamo edificato”

Sistema inclusione famiglie, conosciuto con la sigla Sif. È il progetto che Caritas e Comune di Arezzo hanno lanciato da qualche anno grazie a uno specifico accordo e che destina contributi economici a soggetti che hanno subito un forte calo di reddito. “Parliamo di persone già in difficoltà – ha sottolineato l’assessore alle politiche sociali Lucia Tantiquindi conosciute alla nostra rete di supporto ma che a seguito del Covid sono andate incontro a un ulteriore depauperamento. Di conseguenza, non possiamo pensare di fermarci a una fotografia acquisita e statica della loro situazione economica ma dobbiamo adeguarci dinamicamente al mutato quadro. L’idea di una copertura dell’intero sistema sociale si fa dunque strada grazie all’amministrazione comunale e ad altri soggetti imprescindibili del terzo settore come Caritas: nuove e vecchie povertà passano sotto un attento vaglio, per ciascuna pensiamo a specifici strumenti di sostegno in nome del motto oramai consolidato ‘Arezzo città sicura e coesa’. Per le nuove, come accennato nel comunicato del 14 luglio, liquidità diretta tramite i servizi sociali del Comune, per le vecchie 50.000 euro in più che il Comune destina al progetto Sif con Caritas, a sua volta, pronta a individuare i soggetti bisognosi che beneficeranno di tali risorse”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento