Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

La Fondazione Arezzo Intour aderisce al manifesto di intenti “Verso il contratto di fiume Abbraccio d’Arno”

Promosso dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno in accordo con i comuni del territorio, il percorso è finalizzato e alla tutela e valorizzazione delle risorse socio economiche, culturali, turistiche e ambientali

La Fondazione Arezzo Intour aderisce al manifesto di intenti “Verso il contratto di fiume Abbraccio d’Arno” e si unisce al percorso partecipato promosso dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno in accordo con i comuni del territorio, finalizzato a individuare e programmare, azioni di prevenzione, di tutela delle risorse idriche e di valorizzazione delle risorse socio economiche, culturali, paesaggistiche, turistiche e ambientali presenti nel territorio d’indagine.

Un percorso che la Fondazione Arezzo Intour, costantemente impegnata ad attuare una politica di sviluppo del turismo ambientale, fa proprio. 

Il contratto ha infatti fra i suoi obiettivi principali quello della salvaguardia ambientale e paesaggistica del territorio attraverso obiettivi strategici che ne sviluppino la conoscenza, la conservazione e valorizzazione della biodiversità fluviale e degli ecosistemi naturali presenti, il miglioramento della fruibilità dei fiumi per attività di sportive, culturali, turistiche, l’educazione ambientale, la mobilità sostenibile e la valorizzazione dell’agricoltura, dei prodotti tradizionali e delle attività economiche legate all’ambiente fluviale con particolare riferimento allo sviluppo di un turismo sostenibile e di qualità.

“Aderire a questo percorso – commenta il presidente della Fondazione Arezzo Intour Marcello Comanducci – è un passo perfettamente in linea con le nostre finalità. La DMO infatti sta lavorando a iniziative finalizzati allo sviluppo del turismo sostenibile tra cui un ambizioso progetto outdoor per Ponte Buriano che verrà presentato giovedì 22 aprile alle ore 15 (diretta sulla pagina Facebook “Arezzo Intour”) all’interno dell’appuntamento pubblico durante il quale la Fondazione Arezzo Intour presenterà l’Annual Report relativo al lavoro svolto nell’anno 2020 e il piano dei progetti futuri che ha in programma di realizzare”. 

La Fondazione Arezzo Intour ha anche designato il direttore Rodolfo Ademollo a far parte della cabina di regia che coordinerà i lavori e che è composta dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno insieme ai comuni interessati dal Contratto di Fiume (Arezzo, Castiglion Fibocchi, Capolona, Subbiano, Pergine e Laterina V.no, Terranuova Bracciolini) e dalla Provincia di Arezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fondazione Arezzo Intour aderisce al manifesto di intenti “Verso il contratto di fiume Abbraccio d’Arno”

ArezzoNotizie è in caricamento