Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità Castiglion Fibocchi

Il gruppo donatori di sangue Fratres di Castiglion Fibocchi è tornato alla sua festa annuale

Uno dei gruppi più longevi e numerosi della Regione Toscana, ma soprattutto uno dei più attivi

Dopo un anno di blocco forzoso oggi finalmente il Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Castiglion Fibocchi è tornato alla tradizionale festa annuale. Uno dei gruppi più longevi e numerosi della Regione Toscana, ma soprattutto uno dei più attivi oggi ha festeggiato alla presenza delle autorità cittadine civili e militari, al rappresentante provinciale dei gruppi Fratres, Pietro Ganganelli e regionale, Giuseppe Talli. Come da tradizione continua il gemellaggio con l’ospedale pediatrico Gaslini di Genova con una borsa di studio dedicata ogni anno ad un giovane medico che porta avanti progetti di ricerca per il reparto oncologico infantile sotto la supervisione del dottor Alberto Garaventa responsabile e primario dell’ospedale ligure oggi in rappresentanza dell’associazione nazionale per la lotta al neuroblastoma infantile. "Il gruppo Fratres di Castiglion Fibocchi non è solo composto da volontari - afferma il presidente Antonio Testi - ma da tutti i castiglionesi. È il paese intero che dona in ogni forma in cui può e deve essere fatto volontariato con grande spirito di solidarietà ed aggregazione". Il vicesindaco Rachele Bruschi ha ringraziato a nome di tutta l’amministrazione l’opera grandissima fatta in 57 anni dai Fratres. "È proprio dalle parole dei dirigenti Fratres provinciali e regionali dette questa mattina - prosegue Rachele Bruschi - che noi amministratori ci riempiamo d’orgoglio nel sentire che il nostro paese è un esempio importante di attivismo nella vita associativa che non si ferma alla donazione del sangue o agli aiuti alla ricerca scientifica, ma che va oltre con iniziative al fianco delle famiglie, delle nostre scuole di ogni ordine e grado e alla vita culturale ed aggregativa di tutto Il nostro piccolo borgo". Durante il pranzo per la cittadinanza sono state consegnate una borsa di studio biennale all’associazione neuroblastoma intitolata a Valentina Sereni e Andrea Paggini giovani castiglionesi scomparsi prematuramente. Un’altra borsa di studio annuale va alla scuola primaria e secondaria di primo grado del paese per finanziare il Progetto di madrelingua inglese e altra borsa annuale di studio sempre in ambito di ricerca medico scientifica. Premiazione come di consuetudine con medaglia d’oro ai donatori che hanno raggiunto le 200 donazioni, le 125, 100, 75, 50 25 e 10. Ma il segnale forte ed importante sono i numeri di donatori attivi che ad oggi nel gruppo Fratres di Castiglion Fibocchi sono 255 di cui 45 nuovi donatori iscritti solo nel periodo di pandemia. Una luce di speranza che consente a questa bellissima realtà di continuare a donare a lungo nel futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il gruppo donatori di sangue Fratres di Castiglion Fibocchi è tornato alla sua festa annuale

ArezzoNotizie è in caricamento