Fase 2, il centro si trasforma: "Maxi area pedonale nel week end e tavoli ovunque come in Francia"

Approvato il progetto per creare un'area pedonale che si estende dai Bastioni al Duomo, comprese via Roma e la parte di via Guido Monaco di fronte al teatro Petrarca. Rivoluzione possibile già da questo fine settimana

Il centro storico è pronto a trasformarsi per affrontare la fase 2 e nei prossimi giorni il cuore di Arezzo cambierà addirittura volto. "Ogni week end, dalle 19 alle 24, diventerà una grande area pedonale", annuncia l'assessore Marcello Comanducci "dove bar e ristoranti che fino ad oggi non avevano uno spazio all'esterno, potranno sistemare i loro tavoli". Così Arezzo prenderà le sembianze di una città d'oltralpe, con tavolini all'aperto ovunque e con turisti e aretini che avranno a disposizione tutte le carreggiate delle strade interessate per le loro passeggiate.

L'idea, da tempo caldeggiata da Comanducci, è stata  approvata questa mattina dal Comitato di ordine e sicurezza pubblica che si è riunito in Prefettura, e potrebbe già essere messa in pratica il prossimo fine settimana. 

"Stiamo lavorando senza sosta - prosegue l'assessore - ma non è scontato riuscire a far partire tutto in così breve tempo. I locali possono già inoltrare le proprie richieste per l'uso del suolo agli uffici del comune. Ricordo che fino alla fine dell'anno non pagheranno la Cosap".

Ma quali dimensioni avrà questa area pedonale? Dovrebbe estendersi dai Bastioni al duomo, comprendendo anche via Roma e il tratto di via Guido Monaco di fronte al Teatro Petrarca. 

"Il Comitato sicurezza ha visto di buon occhio questa iniziativa - spiega - perché  è stata interpretata come una possibile valvola di sfogo per spalmare le persone che nelle serate del week end affollano la zona dei locali. L'obiettivo infatti è quello di evitare al massimo gli assembramenti nelle ore della movida, pur permettendo a ristoranti e bar di continuare a lavorare".

Tavoli all'aperto dunque non solo in piazza San Francesco, ma anche in piazza Sant'Agostino, in via Madonna del Prato e in Corso Italia. Quanto basta per trasformare, per una estate, l'intero volto del centro storico. 

"Speriamo che funzioni - conclude Comanducci - è un tentativo e ci auguriamo vivamente che dia risultati. Poi con l'arrivo dell'inverno tutto tornerà come prima".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento