Una serata per ricordare Fabrizio Meoni e dare corpo al sogno di Paolo: correre la Dakar

Un appuntamento che si ripete ogni anno nella magica atmosfera delle montagne castiglionesi

A 28 anni di distanza dalla prima “volta” di Fabrizio Meoni in Africa in sella alla propria moto, ecco che un altro castiglionese, Paolo Lucci, vorrebbe provare l’ebbrezza di correre in quello stesso continente che era entrato nel cuore del compianto motociclista. Un'altra storia, un'altra Dakar. 

La scorsa sera, nel nome di Fabrizio, i castiglionesi e gli amici del campione, si sono incontrati nei pressi del cippo a lui dedicato. Circa 100 provenienti da tutta Italia tra motociclisti hanno preso parte ad una sera/cena per ricordare l'amico e dedicare parte dei proventi di questa serata al sogno di Paolo.

“Paolo, che corre per il team Solaris, ha provato le dune africane e, come succede per molti motociclisti è stato amore a prima vista. Ci fa piacere contribuire alla realizzazione del suo sogno, correre la Dakar che quest’anno si tiene dal 5 al 17 gennaio in Arabia. C’è tempo fino al mese di settembre per raccogliere fondi - afferma Federico Milighetti che aggiunge - ringranzio tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento”.

Al cippo di Partini è stato allestito una sorta di “bivacco”, come succede nei rally auto-motociclistici più famosi al mondo come la Dakar, e tutti i presenti hanno raccontato un aneddoto che ricordava sia le avventure di Fabrizio in giro per il mondo che il suo immenso cuore verso le persone che vivono un disagio.

Tra i presenti anche il consigliere comunale Luca Fabianelli che ha fattivamente collaborato per la buona riuscita della serata alla quale hanno partecipato anche i familiari del motociclista castiglionese. Nell’occasione è stato visto anche un reportage realizzato durante l’ultimo viaggio in Mauritania.

“In un’atmosfera suggestiva una serata piena di emozioni e magia si ripete ogni anno al Cippo di Fabrizio” ha concluso il sindaco Mario Agnelli, anche lui presente alla serata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



"Moto vai", 14 anni senza Fabrizio Meoni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento