Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

I conti del comune tornano ma in 300 non pagano la Tari. Merelli: "Evasione piaga per le tasche dei cittadini"

Durante la conferenza di fine anno della giunta Ghinelli è stato presentato il conto di quello che è lo stato di salute delle casse comunali al netto delle imposte riscosse

"I conti del Comune di Arezzo sono in ordine. Le politiche di bilancio di questi anni sono state improntate sulla prudenza".
A confermarlo, oltre al sindaco Ghinelli e all'assessore Alberto Merelli, sono le cifre.
Secondo quanto reso noto durante la conferenza stampa di fine anno della giunta di Arezzo, a Palazzo Cavallo i conti tornano eccome.

"Durante i mesi passati, così come abbiamo fatto durante tutto il nostro mandato - spiegano il primo cittadino e l'assessore - abbiamo usato un atteggiamento molto cauto. A conferma di questo c'è l'accantonamento al fondo crediti di dubbia esigibilità, nel bilancio di previsione appena approvato, di 7 milioni nel 2020. Il fondo arriverà così a 53 milioni di euro. La parte finale di questo mandato amministrativo vedrà ovviamente protagoniste le opere pubbliche e gli investimenti: sono 34 i milioni previsti nel 2020, per portare a compimento i lavori programmati, finanziati in parte con il bando periferie, con 4 milioni di nuovi mutui e altre entrate. Il trend di spesa del Comune di Arezzo vede ancora come voci principali il lavoro dipendente, per una quota pari al 27% del totale, e l'acquisto di beni e servizi per il 48%. Nel 2020 avremo l'accensione di un nuovo mutuo e il leasing per la sede della polizia locale. Nel 2021 non saranno previsti mutui ulteriori, nel 2022 ammonteranno a 3 milioni. Alla fine del 2022 l'indebitamento sarà di 22.200.000 euro. Nel 2016 era di oltre 28.000.000. Abbiamo dunque ridotto l'esposizione debitoria del 21%”.

Ma non è tutto.

"La leva fiscale è stata usata come incentivo delle attività economiche, con particolare attenzione al rilancio di alcune zone. Ecco allora la delibera Cosap zero a Saione per il 2020. Niente suolo pubblico per tutte le attività commerciali permanenti e temporanee, compresi i mercati di Saione e piazza Zucchi, le manifestazioni e gli eventi a carattere temporaneo, dehors e tavolini. Il perimetro all’interno del quale si applicherà la misura va dal parco del Pionta a via Cittadini, dal parco Mancini a Campo di Marte, dalla linea ferroviaria al parco Arno e poi via Arno, via Vittorio Veneto, via Curtatone, via del Pionta".

Per quello che riguarda il capitolo Imu il gettito stimabile, in virtù del fatto che la seconda rata è scaduta da pochi giorni, è tra i 22 milioni e mezzo e i 22 milioni e 800.000 euro. "A cui si aggiungono i 4 milioni e 600.000 euro che il governo versa ai Comuni come fondo di solidarietà. Ma importante è la nostra attività di recupero dell’evasione Imu: gli avvisi di accertamento emessi dall’ufficio tributi ammontano nel 2019 a 4.700.000 euro. Il recupero dell’evasione si estende anche alla vecchia Tasi: per essa gli avvisi di accertamento sono pari a 330.000 euro. Dall’imposta di pubblicità vengono 870.000 euro, 6.300.000 invece dall’addizionale comunale Irpef".

L'ultimo Natale della giunta Ghinelli: "Squadra compatta, forte e immutata dal 2015"

Per l’imposta di soggiorno mancano i dati dell’ultimo quadrimestre che saranno resi noti a gennaio 2020. "Per i primi due periodi abbiamo incamerato 378.000 euro. Si presume che con l’ultimo pagamento ci si attesti sopra i 500.000, cifra leggermente superiore alle previsioni".

Tari. Sulla base delle aliquote approvate a inizio anno, il totale degli inviti ordinari di pagamento ammonta a 17.250.000 euro. È ancora pari al 17% la quota annuale che viene a mancare: su questa l’ufficio procede con un’attività di accertamento e recupero. Gli avvisi di accertamento per la Tari, che sono stati quest'anno 9.500, fanno il paio con gli ulteriori avvisi destinati agli ‘evasori totali’, ovvero coloro che mai hanno dichiarato un’utenza: nel 2019 ne sono stati individuati 300.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I conti del comune tornano ma in 300 non pagano la Tari. Merelli: "Evasione piaga per le tasche dei cittadini"

ArezzoNotizie è in caricamento