menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E45: una settimana alla riapertura. Corsie ristrette, autovelox pronto e niente tir, Anas già al lavoro

Da lunedì, con ogni probabilità, prenderà il via ufficialmente anche il "famoso cantiere" di riqualificazione completa del viadotto.

Una settimana.
Forse dieci giorni.
Dipende dalle condizioni meteo.
Il tempo di attesa per la riapertura del viadotto Puleto potrebbe essere proprio questo.
In queste ore così come nei giorni passati, seppur con le dovute premure in modo da non infrangere le restrizioni disposte dalla Procura, i tecnici Anas avrebbero cominciato a svolgere delle attività utili alla messa in sicurezza dell'infrastruttura oltre che propedeutiche alla riapertura di quella manciata di chilometri.

Nell'ordinanza ratificata al gestore della superstrada viene permesso, a partire proprio dalla giornata di oggi, l'accesso all'area per eseguire tutti quegli accorgimenti che permetteranno ai veicoli di transitare.

Primo tra tutti restringimento della carreggiata e divieto di accesso ai mezzi con carico superiore alle 3,5 tonnellate. Poi dovrà essere installato un autovelox in modo da monitorare costantemente la situazione (il limite è imposto a 50km/h). Quest'ultima attività dovrà essere svolta dalla prefettura che, con il supporto delle forze dell'ordine, provvederà alle pratiche necessarie per l'installazione dell'impianto.

Dunque, nei prossimi giorni a quanto pare, verrà aperto il cantiere che consentirà l'allestimento di tutte le attività propedeutiche alla riapertura del ponte seguendo attentamente le indicazioni della procura.

Di fatto gli interventi richiesti dal tribunale riguarderanno il ripristino del corretto incanalamento e allontanamento di acque cariche di sali disgelanti affinché non cadano sui baggioli esterni degli appoggi già usurati; analisi e monitoraggio di tutte le strutture anche nelle aree non in vista mediante droni e altri apparecchi, monitoraggio costante di vibrazioni e spostamento con sensori, disponendo immediato blocco traffico anche mediante impianti semaforici. Anas dovrà anche provvedere ad un'adeguata informazione della viabilità e del transito.

Ma queste non saranno le sole opere che verranno cantierizzate.
Da lunedì, con ogni probabilità, prenderà il via ufficialmente anche il "famoso cantiere" di riqualificazione completa del viadotto.
Il progetto presentato da Anas e pronto a partire a dicembre ma che è stato messo in pausa dal sequestro avvenuto il 16 gennaio.
2,5 milioni di euro per un intervento radicale sulla struttura che andrà avanti per circa 400 giorni e che consentirà di garantire alla struttura la massima stabilità. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento