Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Regioni e Province incontrano Toninelli: priorità riqualificazione della Vecchia Tiberina. Lunedì tecnici Anas in procura

Sulla necessità di intervento si è espresso in primo luogo l'assessore Vincenzo Ceccarelli cheha chiesto la rinazionalizzazione della strada e contestualmente lo sblocco di progetti e risorse per la sua riqualificazione totale.

Lunedì deposito della relazione sul viadotto Puleto e audizione dei tecnici Anas in Procura ad Arezzo e martedì faccia a faccia con il ministro Danilo Toninelli.

Si preannuncia una settimana ricca di appuntamenti quella che partirà il 21 gennaio.
Il futuro della E45 e, più in generale, della viabilità della parte più a nord della Valtiberina verrà affrontato nelle prossime giornate e in sedi istituzionali differenti.

Nel frattempo, a distanza di una manciata di giorni dall'ordinanza di chiusura del viadotto Puleto, ecco che i disagi per chi vive e lavora nella zona possono dirsi solo appena cominciati.
Al centro della questione c'è soprattutto la completa assenza di una viabilità alternativa. Una strada utilizzabile e sicura che consenta a chi lavora, studia e necessita di spostarsi con i mezzi di giungere a destinazione senza periocolo.

In questo senso particolarmente significativo è in dibattito che si è aperto attorno alla riqualificazione della vecchia Tiberina 3 bis. Una strada ad oggi di compentenza del comune di Pieve Santo Stefano e che dal 1998 è chiusa a causa di una frana che ha inghiottito una fetta di carreggiata.
Ventuno anni sono trascorsi da quel giorno e oggi, all'indomani dell'impraticabilità del tratto tra Canili e Valsavignone della E45, lo scenario è esattamente identico ad allora. Immutato.

Sulla necessità di intervento si è espresso in primo luogo l'assessore Vincenzo Ceccarelli che, così come fatto dal primo cittadino di Pieve Albano Bragagni, ha chiesto la rinazionalizzazione della strada e contestualmente lo sblocco di progetti e risorse per la sua riqualificazione totale.

Ceccarelli: "Chiesti ad Anas interventi di adeguamento"


Per quello che riguarda invece le condizioni della E45 nel tratto ad oggi interdetto al traffico, come detto, lunedì i tecnici Anas presenteranno la relazione attraverso la quale viene fatto il punto sulla situazione strutturale del viadotto Puleto.
Martedì invece Regione Toscana, Emilia Romagna e le province di Arezzo e Forlì Cesena incontreranno il ministro delle infrastrutture per affrontare il tema riguardante la rinazionalizzazione della vecchia Tiberina. 

Dal 2014 ad oggi sono quattro le inchieste aperte dalla Procura di Arezzo e aventi come oggetto proprio la E45.
La prima è del febbraio 2014 e il reato ipotizzato era "attentato alla sicurezza dei trasporti". Nel 2018 invece un altro fascicolo è stato aperto per disastro colposo nei confronti di Anas e riguardante il crollo della piazzola di sosta posta in prossimità del territorio di Pieve Santo Stefano. Pochi mesi più tardi, i carabinieri forestali sequestrarono dalla stessa zona dei detriti considerati "rifiuti speciali" e contenenti amianto.
E poi l'ultimo atto che è partito dalla video segnalazione di un residente che ha documentato l'usura dei piloni del viadotto Puleto.

Questa mattina invece a Pieve Santo Stefano e a Sansepolcro gli onorevoli Stefano Mugnai e Maurizio D'Ettore di Forza Italia hanno voluto vedere personalmente le condizioni dei famosi piloni della E 45  e fare un tratto della  Tiberina  tre bis chiusa da circa dieci anni per frane varie. Si sono incontrati  quindi con i politici locali per fare il punto sulla situazione , garantendo il loro massimo interessamento per la risoluzione di  tutta la problematica, ma soprattutto per avere  una rapida riapertura anche se parziale della E-45.

dettore-mugnai-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regioni e Province incontrano Toninelli: priorità riqualificazione della Vecchia Tiberina. Lunedì tecnici Anas in procura

ArezzoNotizie è in caricamento