Attualità E45

"E45 punto 2", nuovo gruppo Facebook che racconta i disagi della superstrada chiusa: "Pronti per la terza manifestazione"

Appoggiamo in toto quanto fatto dalla Procura di Arezzo.

Un nuovo gruppo, nato su Facebook ma presente anche fisicamente attraverso manifestazioni pubbliche, è nato nelle scorse settimane in seguito alla chiusura della E45. Si tratta di  "E45 PUNTO 2", fondato dal consigliere comunale di Citerna Gianluca Cirignoni e da Walter Canicchi. 

Dopo due iniziative di protesta lungo la superstrada e dopo essere stati presenti sulle strade alternative per dare supporto nei giorni scorsi ai viaggiatori in balia del maltempo, gli aderenti al gruppo spiegono le proprie motivazioni in una nota.  

"Innanzi tutto teniamo a precisare che le nostre manifestazioni sul territorio  saranno determinate ma sempre pacifiche e civili, e non improntate al sostegno di una o più parti politiche e al conseguimento di poltrone e vantaggi personali ma solo ed esclusivamente alla realizzazione di una E45 moderna sicura e gratuita e dotata di una  viabilità alternativa adeguata alla sua importanza per l’Italia".

Chiara la posizione sul sequestro del viadotto Puleto: "Appoggiamo in toto quanto fatto dalla Procura di Aezzo perché’ riteniamo che la sicurezza e l’incolumità dei cittadini siano prioritarie e auspichiamo che sulla gestione della strada che ci ha portato al disastro odierno sia fatta piena luce e chiarezza. 

Vista la gravità della situazione venutasi a creare con l’interruzione totale dei collegamenti tra il centro nord Italia e delle conseguenti gravissime ricadute socio economiche sui nostri territori (Alta valle del Savio e Alta Valle del Tevere Umbra e Toscana) , chiediamo che sia dichiarato lo stato di emergenza nazionale e si provveda con estrema urgenza a sistemare e riaprire la vecchia ss tiberina 3/bis e intervenire con urgenza per ristrutturare totalmente il viadotto “Puleto” e verificare anche tutti gli altri viadotti. Preso atto, che la gestione Anas del tratto appenninico si è rivelata inefficace, tanto da portarci alla condizione attuale, auspichiamo che il commissario straordinario che sarà nominato dal governo non sia di Anas."

Le manifestazioni non sono finite: il gruppo infatti domenica 3 febbraio dalle ore 10 alle 12 si ritroverà nuovamente presso l’uscita E45 di Pieve Santo Stefano nord "in presidio pacifico e civile  nel corso del quale illustremo pubblicamente le nostre posizioni e proposte,  apriremo un dibattito per il quale ci attendiamo la presenza dei sindaci e amministratori dei nostri territori che saranno certamente i benvenuti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"E45 punto 2", nuovo gruppo Facebook che racconta i disagi della superstrada chiusa: "Pronti per la terza manifestazione"

ArezzoNotizie è in caricamento