Attualità

E45, doppia manifestazione a ridosso del viadotto: al mattino all'uscita di Pieve Santo Stefano, nel pomeriggio in Valsavignone

Intanto cresce l'attesa per le decisioni della procura

Due manifestazioni in un solo giorno per richiamare l'attenzione sulla condizione della E45. Una si svolgerà domani, alle 15, in Valsaviglione: promossa dal sindaco di Badia Tedalda Alberto Santucci vuole richiamare i cittadini a raccolta per chiedere con forza al Governo: 1) lavori immediati sulla 3-bis; 2) e la dichiarazione di emergenza nazionale. 

L'altra manifestazione è invece in programma al mattino, alle ore 10, all'uscita di Pieve Santo Stefano Nord. E' promossa dal gruppo Facebook E45 punto 2: "I motivi sono sempre gli stessi - spiegano in un post sulla pagina del gruppo - manifestare il completo dissenso per come sia stata mal gestita nei decenni un'arteria di vitale importanza come la E45, dobbiamo far comprendere che "iniziamo a capire", ma sprattutto vogliamo e dobbiamo far venire fuori le grosse responsabilità a tutti quelli che sapevano. Vi attendiamo per dire la vostra nonostante la stagione, perché i nostri diritti sono tali soprattutto nelle cattive condizioni". 

Intanto c'è attesa per la decisione della procura sull'eventuale parziale riapertura della E45. Le relazioni sono state consegnate dai consulenti tecnici che nei giorni scorsi hanno svolto nuovi accertamenti con tanto di prove di carico sul viadotto Puleto. I dati raccolti sono adesso al vaglio della procura: la decisione, attesa per venerdì, è quindi slittata alla prossima settimana. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E45, doppia manifestazione a ridosso del viadotto: al mattino all'uscita di Pieve Santo Stefano, nel pomeriggio in Valsavignone

ArezzoNotizie è in caricamento