Due ore di presidio davanti al San Donato, i sindacati: "Chiediamo sicurezza e tutele per il personale sanitario"

Tra le richieste ci sono quella di assicurare dispositivi di protezione individuale, tamponi e sorveglianza sanitaria

Domani mattina, venerdì 13 novembre, davanti al San Donato si terrà un presidio organizzato da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil FPL e Uilpa in occasione della giornata di mobilitazione del pubblico impiego. Il presidio si terrà dalle 10 alle 12.

“In questa fase di mobilitazione del lavoro pubblico per innovazione, contratti e assunzioni, le lavoratrici e i lavoratori pubblici danno il massimo sostegno e priorità a tutto il personale sanitario” si legge  nel volantino della manifestazione. 

Tra le richieste ci sono quella di assicurare dispositivi di protezione individuale, tamponi e sorveglianza sanitaria; stabilizzare i precari per garantire più occupazione anche in deroga alle norme esistenti; valorizzare le professioni, anche attraverso il rinnovo dei contratti. 

Gli organizzatori si dichiarano infine “contro chi nega l’esistenza del virus, dell’emergenza epidemiologica e del rischio che stanno correndo medici, infermieri e tutto il personale sanitario”. Tutto si svolgerà nel rispetto delle normative anti-covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento