Due cuori, due bouquet e una famiglia arcobaleno. Sara e Michela e la prima unione civile di Cavriglia

"E' stata una forte emozione celebrare la prima unione civile per il Comune di Cavriglia. Finalmente anche nella nostra comunità abbiamo potuto dare quel messaggio di civiltà ed equità conferito alle istituzioni dalla legge Cirinnà, una legge che...

sar-michela-unionecivile-cavriglia

"E' stata una forte emozione celebrare la prima unione civile per il Comune di Cavriglia. Finalmente anche nella nostra comunità abbiamo potuto dare quel messaggio di civiltà ed equità conferito alle istituzioni dalla legge Cirinnà, una legge che indubbiamente rappresenta un notevole passo in vanti per il nostro paese."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così il sindaco Leonardo Innocenti O Sanni ha commentato felicemente il rito che ha celebrato questa mattina nel comune di Cavriglia. Le protagoniste sono Sara e Michela, ma non sono sole, perché la loro è una vera e propria famiglia arcobaleno che si completa con l'amore verso i due gemellini, figli della coppia, Giorgio e Matteo.

"Ritengo che la legge sulle unioni civili non sia soltanto un istituto giuridico che dà diritti e chiede doveri ma è una legge che fa cultura, che migliora la società e permette di far crescere la nostra comunità - ha ribadito il sindaco - Sono un po’ rammaricato nel non poter chiamare ufficialmente quello che oggi stiamo celebrando “matrimonio”, poiché il parlamento ha voluto creare una distinzione simbolica tra un unione di due persone dello stesso sesso e l’unione di una coppia eterosessuale." "Credo che non ci sia niente di più nobile e generoso che assumersi reciprocamente delle responsabilità verso chi amiamo, verso quella che é di fatto una famiglia. Questa mattina Sara e Michela hanno potuto farlo, riprendendosi quei diritti che per troppo tempo gli erano stati negati. E più diritti per qualcuno, significa più diritti per tutti. L'unione civile tra Sara e Michela quindi non è solo un momento di felicità e di crescita per la nuova coppia, ma é un momento di gioia ed emozione per tutti noi."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • LIVE | Ralli porta Ghinelli al ballottaggio: "Contro un sindaco in carica, è già un successo"

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento