Ducci: "Quanto accaduto all'Unione dei Comuni del Casentino è una macchia per le istituzioni"

“Esprimo tutto il mio rammarico per una vicenda, quella dell'Unione dei Comuni del Casentino, che è durata troppo tempo trascinando l'Ente nella situazione odierna, una vera e propria macchia per il decoro e la dignità delle istituzioni e anche...

“Esprimo tutto il mio rammarico per una vicenda, quella dell'Unione dei Comuni del Casentino, che è durata troppo tempo trascinando l'Ente nella situazione odierna, una vera e propria macchia per il decoro e la dignità delle istituzioni e anche della politica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Sindaco di Talla e Vicepresidente della Provincia Eleonora Ducci non usa mezzi termini e commenta in un comunicato stampa inviato dalla Provincia quanto successo tra la serata di giovedì 30 e la mattinata di venerdì 31 luglio:

eleonora-ducci“Ieri sera l'ormai ex Presidente Agostini aveva convocato un consiglio dell'Unione pur sapendo che in contemporanea si sarebbero svolti tre consigli comunali e in quella sede, dove ha anche esibito un certificato medico relativo al sua stato di salute, ha annunciato licenziamenti di dipendenti e azzeramento di posizioni, affermando che il milione di euro risparmiato avrebbe consentito di effettuare assunzioni di precari e dipendenti di cooperative. Affermazioni totalmente infondate, fermo restano che il licenziamento dei dipendenti è e rimane un atto assurdo dal punto di vista giuridico, delle relazioni sindacali e anche politico. L'Unione dei Comuni, infatti, ha come tutti gli Enti locali il blocco delle assunzioni per i prossimi due anni e in nessun caso risparmi eventuali, e che ripeto ottenuti con un atto di barbarie, avrebbero ottenuto questo risultato. Con alcuni dei dipendenti oggetto del provvedimento di licenziamento, inoltre, il Presidente non aveva mai avuto niente a che fare nella sua attività istituzionale, il che rende ancora più paradossali le sue già insostenibili motivazioni. Già da tempo assieme ad altri colleghi Sindaci, purtroppo non la maggioranza, avevamo cercato di mettere fine a questo stato di cose prima della tragicomica degenerazione di queste ore, e per questo provo anche un po' di rabbia sul piano personale. L'impegno che oggi ci siamo assunti è comunque quello di ridare all'Ente un assetto normale e un po' di serenità, per metterlo in grado di continuare a operare nell'interesse dei nostri cittadini, che è poi l'unica cosa che conta davvero al di là delle questioni politiche o personali”, conclude Eleonora Ducci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento