Simona Occhini ha donato al 118 i kit per fermare le emorragie in ricordo del fratello Enrico

Simona, infermiera del 118 ha voluto ricordarlo con un gesto importante, una donazione del kit "stop the bleed" che serve per arrestare le emorragie e salvare la vita al paziente

Era il 30 luglio scorso quando Enrico Occhini morì a 33 anni in un brutto incidente stradale. A distanza di poco più di tre mesi la sorella Simona, infermiera del 118 ha voluto ricordarlo con un gesto importante, una donazione del kit "stop the bleed" che serve per arrestare le emorragie e salvare la vita al paziente.

Il 118 ha ricevuto il dono con grande emozione visto il significato concreto e umano allo stesso tempo, come racconta la pagina Facebook dell'Ordine delle professioni infermieristiche.

donazione-simona-118-2

“Questo gesto - spiega Simona- mi è sembrato importante per onorare la memoria di mio fratello, dotando tutti i mezzi di soccorso avanzato di questo kit, composto da un laccio emostatico “tourniquet” e delle bende che fermano il sanguinamento in poco tempo, riducendo le perdite ematiche e, di fatto, salvando la vita del paziente”.

Si tratta di 6 i kit donati da Simona che andranno ad aumentare la dotazione tecnica delle automediche e delle ambulanze infermierizzate di tutta la provincia. Il dottor Massimo Mandò ha commentato:

“Un bellissimo gesto quello di Simona che arricchisce i nostri mezzi e li rende ancora più performanti e pronti a gestire qualsiasi emergenza”. La campagna “stop the bleed”, iniziata a livello mondiale, ha già portato ottimi risultati, salvando centinaia di migliaia di vite grazie all’applicazione del tourniquet e delle bende emostatiche.

donazione-118-simona-2-2

Foto dalla pagina Facebook di Opi Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento